10 cose da imparare dal genere maschile

da , il

    10 cose da imparare dal genere maschile

    10 cose da imparare dal genere maschile. Anche gli uomini, di tanto in tanto, possono tornare utili, basta imparare a comportarsi come loro. Noi donne tendiamo a lasciarci sedurre dalle manie di perfezionismo sia per quanto concerne le faccende pratiche che le dinamiche psicologiche. Ci lamentiamo di rinunciare a noi stesse per il bene della coppia o della famiglia, ma non facciamo nulla di concreto per cambiare le cose. Li rimproveriamo per i calzini sparsi sul pavimento e poi, inevitabilmente, li raccogliamo noi, sbraitiamo per la loro indifferenza ma concediamo il perdono non appena fanno le fusa. Eppure la soluzione è a portata di mano, imitandoli la nostra vita cambierà drasticamente… in meglio.

    Pensare in primo luogo a se stesse

    Un sano egoismo, tipicamente maschile, garantisce protezione dai cosiddetti amori malati o da patologie controverse quali la celebre e diffusa sindrome della crocerossina. Come mai ne soffrono principalmente le donne mentre loro preferiscono “ammalarsi” di eterna fanciullezza, ovvero sindrome di Peter Pan?

    Non rimandare le proprie esigenze

    Siamo sempre pronte a prostrarci per loro dimenticandoci di noi stesse. Ma le nostre esigenze hanno pari valore, perché rimandarle continuamente? Se lui ha una partita di calcio con gli amici, ci va, punto e basta. Facciamo lo stesso senza fasciarci eccessivamente la testa.

    Agire di più, pensare di meno

    Inutile pensare e ripensare al motivo che lo ha spinto a comportarsi in quel modo, meglio chiederglielo senza troppi giri di parole. I dubbi si dissiperanno come per magia.

    Tacere

    Gli uomini padroneggiano alla perfezione l’arte del silenzio, che difatti ci manda in bestia. Impariamo da loro anziché andare su tutte le furie, riusciremo nell’intento risparmiando energie.

    Pensare ad altro durante la giornata

    Con le amiche, con le colleghe, con la mamma, tutti i bla bla bla portano a loro. Perché non iniziare a spodestarli dalle nostre conversazioni per discutere di qualcos’altro? Parlarne troppo, e male, non fa che alimentarci inutilmente finendo per condurci alla lite.

    Fare una cosa alla volta

    Per consuetudine sociale noi donne siamo abituate a sbrigare mille faccende in un colpo solo. Mentre prepariamo la pappa al bebè controlliamo la posta, mentre facciamo il bucato pensiamo ai manicaretti per la cena. Il risultato è una grande confusione mentale… e la perdita della memoria. Impariamo dagli uomini, loro si concentrano su un solo obiettivo e guai se qualcuno osa rimproverarli.

    Evitare di concentrarsi sui loro difetti

    E’ facile cadere nella trappola delle recriminazioni mentre loro sono fuori casa. Non fa quello, non fa quell’altro, è un egoista, è un maleducato, pensieri ossessivi che è bene non alimentare onde evitare un sovraccarico di fuoco, potenzialmente esplosivo.

    Evitare i giri di parole

    Gli uomini sono più diretti di noi e faticano a decifrarci, con nostro rammarico. In effetti i giri di parole non sono così semplici da interpretare, perchè non essere più chiare? Risparmieremmo fatica e tempo.

    Essere più egoiste

    Rimproverarli per i calzini abbandonati sul pavimento ritrovandosi puntualmente a raccoglierli è del tutto inutile. Impariamo dal loro menefreghismo resistendo alla tentazione, in breve tempo otterremo risultati insperati e saranno loro a pregarci di fare ordine.

    Puntare su obiettivi realistici

    Cercare in tutti i modi di cambiarli trasformandoli in intellettuali appassionati di arte, teatro, musica lirica quando a malapena ricordano l’alfabeto è un obiettivo impossibile. Rinunciamo una volta per tutte a propositi evidentemente assurdi, meglio essere pratiche e affrontare la realtà.

    SCOPRI I 10 SEGRETI CHE LUI NON TI DIRA’ MAI