Abbraccio: perché ci fa sentire bene

da , il

    Abbraccio: perché ci fa sentire bene

    Vi siete mai domandate il significato che sta dietro ad un abbraccio? Perché ci fa sentire così bene? Non si tratta solo di un gesto carino, affettuoso, ma è anche un modo per alleviare situazioni spiacevoli. È bello sia abbracciare che essere abbracciati, perché il contatto umano e la sensazione di sentirsi protette in un momento delicato, o di condividere un momento di gioia, sono particolarmente appaganti per il nostro cervello. Se andiamo ad approfondire il tema dell’abbraccio, possiamo notare come in alcune culture questo gesto non sia affatto apprezzato, anzi sia proprio malvisto. Ma nella nostra cultura è una delle più importanti manifestazioni di affetto. Quindi, abbondiamo!

    Innanzitutto, in amore essere abbracciate da uomo e sentire la sua presa intorno al nostro corpo, ci fa sentire, oltre che protette, anche speciali ed amate. Senza contare la sensualità del gesto in determinati situazioni..

    In un momento di dolore, come dopo la morte di un caro amico o di un famigliare, l’abbraccio delle persone sta a significare che loro ci sono vicine e condividono lo stesso dolore: insomma un gesto dice molto più di tante parole, è una comunicazione non verbale pregna di significato.

    L’abbraccio influenza positivamente il nostro organismo, come accade quando ci si abbraccia per un evento speciale o per il conseguimento di una vittoria; quest’ultimo è soprattutto il caso degli sport di squadra, in cui l’importanza del contatto umano è fondamentale.

    Gli abbracci costituiscono una parte del linguaggio universale, sono innati e fanno parte della nostro lato istintivo. Se vi fa sentire bene essere abbracciate, fatelo prima voi, sicuramente verrete ripagate con la stessa moneta!

    Che ne pensate degli abbracci? Come vi fanno sentire?