Affinità di coppia: influenza pure la salute dei partner

da , il

    Affinità di coppia: influenza pure la salute dei partner

    L’affinità di coppia a volte si fa di tutto per ricercarla, ma con scarsi risultati. Quando c’è armonia all’interno di una coppia, invece, tutto ci appare splendido e perfetto, ma anche nella complicità fra i partner si possono nascondere delle insidie.

    Così può accadere che le coppie affini, che stanno insieme da molto tempo e vivono come in simbiosi possono influenzare a vicenda anche il loro stato di salute psico fisico. Se sta bene l’uno sta bene anche l’altro. Se sta male l’uno, sta male anche l’altro.

    E’ quanto emerge da uno studio condotto da alcuni ricercatori della University of British Columbia e della Pennsylvania State University, che ha messo in luce proprio come coppie di lunga durata finiscono per diventare dipendenti l’uno dall’altra.

    I ricercatori hanno tracciato la storia emotiva e fisica di oltre 1.700 coppie di anziani in un periodo di 15 anni, utilizzando i dati raccolti da un importante programma sanitario degli Stati Uniti. I partecipanti avevano un’età compresa tra i 76 e i 90 anni, e molte delle coppie erano sposate da più di 40 anni.

    Ebbene quello che è venuto fuori è che se a causa dell’età o per una malattia, uno dei due partner tendeva a uscire poco di casa, l’altro tendeva ad assumere un comportamento limitativo, ossia a non uscire neanche più lui – o lei – di casa. Se uno era triste, anche l’altro tendeva a diventarlo di conseguenza ecc. ecc.

    Questo studio dimostra l’importanza delle relazioni coniugali nel determinare la salute nella vecchiaia – ha spiegato Christiane Hoppmann del Dipartimento di Psicologia della UBCInoltre, dimostra che molte delle associazioni tra le limitazioni funzionali e i sintomi depressivi che precedentemente sono stati trovati nei singoli sono in effetti connessi ai coniugi‘.

    Il problema, sottolinea Hoppmann, è che quando uno dei due coniugi mostra la tendenza a restare in casa, coinvolge anche l’altro che rinuncia a ciò che potrebbe invece ancora fare come, per esempio, andare a fare spesa, passeggiare, socializzare. Tutte attività che mantengono in efficienza la persona sia dal lato fisico che mentale.

    Essere sposati per molto tempo è una situazione molto particolare, ci si lega davvero per la vita insieme. Questi risultati dimostrano quanto interdipendenti, emotivamente e fisicamente, possano diventare le coppie a lungo termine‘, conclude Hoppmann.

    Ma quello che questi studiosi hanno interpretato come un dato ‘negativo‘ potrebbe essere più banalmente considerato l‘essenza stessa dell’amore. La formula che ci lega per sempre alla persona che amiamo non recita forse: ‘nella salute e nella malattia, finché morte non ci separi?