Aggressività, con l’amore viene annientata

da , il

    Aggressività, con l’amore viene annientata

    Una recente ricerca svolta dal team di Dayu Lin della New York University ha constatato che i neuroni dell’aggressività verrebbero disattivati al momento dell’accoppiamento. Abbiamo spesso parlato di quanto fare l’amore faccia bene alla salute e favorisca la calma ed il benessere psicologico, oggi, anche grazie alla scienza, sembrerebbe dimostrato il nesso tra l’accoppiamento e la diminuzione o addirittura l’assopimento totale dell’aggressività. Fare l’amore dunque non solo allungherebbe la vita ma la migliorerebbe anche radicalmente.

    Lo studio è stato effettuato per il momento solo sui topi, e, grazie ad una tecnica che combina ottica e genetica, si è riuscito a localizzare una popolazione di neuroni che guidano esclusivamente il comportamento aggressivo, durante l’osservazione si è notato che, nella fase di passione tipica dell’accoppiamento, questi neuroni vengono ‘disattivati’.

    La ricerca è stata fatta stimolando questi neuroni, che venivano quindi incentivati ad aggredire, uno dei pochi momenti in cui in maniera naturale si calmavano era proprio nella fase dell’accoppiamento.

    Gli autori concludono anche che tra l’aggressività e l’amore esisterebbe quindi una sorta di competizione ancora da spiegare. Da profana mi verrebbe di dire che la passione sarebbe proprio il momento in cui questi due ‘sentimenti’ vengono a combaciare per poi giungere all’apice con l’orgasmo.