Amare due persone in modo diverso: cosa c’è che non va?

da , il

    Amare due persone in modo diverso: cosa c’è che non va?

    Amare due persone in modo diverso: cosa c’è che non va? L’amore non è sempre limpido, a volte ci mette alla prova e sta a noi riconoscerlo e salvaguardarlo. Vi è mai capitato di essere confuse e pensare di essere innamorate contemporaneamente di due persone diverse? E’ una questione di affinità: l’uomo perfetto non esiste e quindi è inevitabile che con alcune persone abbiamo un feeling su alcune cose e con altre ci intendiamo meglio per altre. In amore questo può voler dire grande confusione e ha senza dubbio un effetto destabilizzante! Eppure è una cosa che succede spesso, le storie parallele di tradimenti prolungati non sono affatto rare.

    Amare due persone: perché accade?

    Amare due persone contemporaneamente comporta rinunce da ambo le parti, entrambi i rapporti risultano infatti incompleti e deludenti. Se nella relazione ufficiale non si affrontano con coraggio i conflitti, i rancori e le insoddisfazioni, nella relazione extraconiugale ci si trova costretti a convivere con l’incertezza, sentendosi profondamente limitati nell’espressione di se stessi. La menzogna regna sovrana: a casa si indossa la maschera della persona seria e responsabile, tra le braccia dell’amante si sfodera l’altra parte di sé, quella allegra, simpatica, euforica. In ogni caso qualcosa non funziona.

    Il più delle volte queste situazioni si originano dall’idea sbagliata dell’altra metà perfetta, del partner che ci completa in tutto, condividendo ogni nostro interesse. In realtà l’affinità di coppia si crea con il tempo e non significa essere due metà esatte. Se siete divise tra due uomini quello che dovete chiedervi non è chi è più adatto per me ma piuttosto “di chi non potrei fare a meno nella mia vita”. La persona giusta è quella che volete accanto prima di addormentarvi, quella che cercate appena aprite gli occhi al mattino. In un solo pensiero non c’è spazio per due persone. Per questo non possiamo amare due persone contemporaneamente: uno dei due rapporti è solo attrazione, stima o a volte lo sono entrambi.

    Amare due persone: un’illusione?

    A volte ci si illude di amare due persone perché non si è incontrato l’amore vero. Pensiamo al personaggio di Candida nella commedia di Bernard Shaw: la donna ama il poeta romantico ma allo stesso tempo ama anche il marito, un severo pastore anglicano. E alla fine sceglie proprio quest’ultimo perché sente che ha più bisogno di lei. Ma anche la tv moderna è piena di esempi di confusione tra due sentimenti che sembrano altrettanto importanti: pensiamo allo storico triangolo di Ridge, Brook e Taylor in Beautiful ma anche ai più giovani Joy, Paecy e Dawson o ai naufraghi di Lost, Kate, Sawyer e Jack. Ma alla fine arriva sempre il momento della scelta e bisogna avere il coraggio di leggersi dentro.

    Certo, mettere fine a una delle due relazioni non è affatto semplice, a volte il terzo incomodo serve proprio a prendere atto della crisi in corso, per questo il triangolo amoroso per un certo periodo può essere normale, purché non si prolunghi troppo a lungo. Una convivenza forzata a tre non fa bene alla coppia, né a quella ufficiale, né all’altra, poiché serve esclusivamente a schivare il dolore della perdita.