Amore in vacanza

da , il

    Amore in vacanza

    Le vacanze e i viaggi sono strane parentesi nella vita, una sorta di pausa fantastica con principio e fine. Non importa per quanto e dove. Carabi, Francia, Rimini, Grecia, appena lasciamo alle nostre spalle la routine quotidiana ci lasciamo trascinare dalla sensazione incosciente che ci dà il permesso di essere e fare quello che non siamo nella nostra vita reale.

    Sempre più convinte della fugacità della vita, ci si prende alcune libertà. Perfino di innamorarsi di un perfetto estraneo. La mia amica Teresa è appena tornata da un viaggio togliendosi da dosso la sabbia e sospirando per quest’uomo conosciuto a Madagascar, in una spiaggia durante un tramonto indimenticabile. Cosa sia successo di tanto speciale non si sa, appena si sono visti si sono piaciuti e si sono scambiati i telefoni, la stessa sera sono usciti a cenare insieme in un ristorante in riva al mare. Sotto la luna, con l’odore di mare e di pesce fritto, lui senza un difetto. Abbronzato, i capelli ancora bagnati, occhi grandi come arance, umore ottimo. Oltre ad essere ingegnere, sa conversare in modo amabile e sa ascoltare. E’ single. I quindici giorni che passarono insieme furono idilliaci. Almeno per Teresa. Però le vacanze terminarono. Si rividero dopo qualche settimana, prendendo accordi via mails e sms. E il giorno del loro incontro successe quello che Teresa non si aspettava: da principe era diventato rospo. L’abbronzatura l’aveva abbandonato. Da tanto di buone maniere, passò il pranzo parlando al cellulare e gesticolando con la forchetta in mano. Teresa lo vide per la prima volta egocentrico e pessimista. Anche lei non era più la stessa, attenzione! Lui, a vederla senza short o minigonna e parlando solo dei suoi figli, aveva perso ogni entusiasmo. Teresa comunque non ha perso il suo sorriso, lei, è riuscita a vivere questa esperienza prendendone la parte migliore: essere in un’altra situazione. Gli amori estivi spesso non passano l’inverno. In un altro viaggio in Sudamerica anche io ho vissuto un’altra situazione. Guardando le dune di Capo Polonio in Uruguay; onde bianche e odore di oceano, che sembrava il tuo profumo. Ti ricordi?