Amori on line, lui le versa 200 mila dollari sul conto, ma lei non esiste

da , il

    Amori on line, lui le versa 200 mila dollari sul conto, ma lei non esiste

    Per qualcuno la crisi di coppia è tutta da ricondurre a internet, capro espiatorio dei mali infiniti di questa nostra epoca digitalizzata. A volte può apparire come un giudizio troppo estremo, ma che i rapporti ai tempi di internet si siano realmente trasformati è un’indubbia verità.

    Lo sa bene un uomo dell’Illinois che si è trovato a spendere 200 mila dollari americani per aiutare una fidanzata mai vista e conosciuta, se non su internet, che alla fine si è rivelata inesistente e che ha lasciato un grande vuoto, economico oltre che esistenziale…

    L’aveva conosciuta online circa due anni e mezzo fa. Ha iniziato a corteggiarla quasi subito e nel giro di poco è nato un amore, virtuale sì, ma pur sempre amore. Lui non chiede prove tangibili dell’esistenza dell’amata, gli basta la scansione inviata via internet di una patente di guida, registrata in Florida per convincersi che la donna è vera. Non dubita nemmeno quando iniziano le rocambolesche avventure della sua amante virtuale, che finiscono sempre per concludersi con lei sola, squattrinata e bisognosa di soldi, in giro per il mondo. E lui inizia a sganciare. Sgancia e spedisce un totale di 200mila dollari americani in ogni angolo del mondo.

    I suoi bonifici partono da Naperville, in Illinois, verso conti in Gran Bretagna, Stati Uniti, Nigeria, Malesia, come riferisce il Naperville Sun. Sgancia quattrini senza mai dubitare della donna e del loro amore. Fino alla scorsa settimana, quando l’americano si decide a contattare la polizia locale per chiedere aiuto.

    Non per sé, ma per lei, finita nell’ennesimo guaio, ma stavolta rapita, forse in Inghilterra, a Londra, non si hanno più sue notizie e bisogna fare qualcosa per aiutarla. Dal suo racconto partono le indagini, ancora in corso, che svelano subito come dietro all’identità virtuale della donna si celi in verità un ben architettato scam, una truffa online in piena regola, come quelle più conosciute, in cui si adescano possibili finanziatori attraverso messaggi e-mail a far da specchio per le allodole.

    All’uomo, gabbato nei sentimenti e nel portafoglio non rimane che tornare a casa triste e sconsolato e soprattutto con la consapevolezza che bisogna essere un po’ più accorti nelle relazioni, soprattutto quando si ha a che fare più con un numero di conto che con una persona in carne ed ossa!