Auguri! Buona festa della donna dall’Europa fino a Google

da , il

    Auguri! Buona festa della donna dall’Europa fino a Google

    Una delle feste più discusse a livello mondiale, oggi è la festa della donna. Una celebrazione che è nata da movimenti sociali e forse troppo politicizzati per essere ancora attuali, in ogni caso resta sempre una festa per le donne per sollecitare il rispetto dei diritti femminili, per fare un quadro generale sulle condizioni delle donne nel mondo. In Europa e nell’Occidente in generale i progressi delle donne negli ultimi decenni sono stati enormi ma c’è ancora molto da fare, i dati sull’occupazione, sugli importi degli stipendi e sui luoghi comuni legati alla figura femminile sono da mettere costantemente in discussione. Anche Google oggi ha pensato ad un logo speciale in occasione della nostra festa.

    Nelle ultime settimane vi abbiamo proposto qualche consigli su come passare questa festa dalle proposte degli alberghi dedicati solo alle donne, alla possibilità di un supporto importante a livello oncologico, fino ai musei gratis in tutta Italia ed ai profumi alla mimosa. Molti sono gli eventi e le iniziative legate a questa celebrazione, ma vediamo come vanno le cose per le donne in Europa e nel mondo.

    Il tema più caldo ovviamente è il lavoro, in Europa, le donne costituiscono appena il 12% dei consiglieri di amministrazione delle società quotate in Borsa e solo il 3% degli amministratori delegati. In Italia la percentuale è molto bassa, è quartultima della lista Ue, dopo il Portogallo e la Grecia e che precede solo Cipro, Lussemburgo e Malta. L’unico dato preoccupante è al lentezza con cui l’integrazione va avanti, infatti la presenza femminile aumenta in media di mezzo punto all’anno.

    In Italia intanto, molti studi hanno dimostrato che le aziende guidate dalle donne hanno accresciuto più velocemente il fatturato.

    Ma vediamo gli obiettivi per il futuro. La Ue ha deciso che entro il 2015 i 27 paesi dell’Unione dovranno avere almeno il 30% di membri donne nei consigli d’amministrazione delle aziende quotate per arrivare al 40% nel 2020.

    A oggi è interessante notare che le donne si laureano più degli uomini (59% contro 41%), ma ancora vengono superate nella carriera.

    Gli aspetti positivi di cui parlano molti sociologi e studiosi riguardano più specificamente la vita familiare. Le donne negli ultimi decenni hanno svolto un grande lavoro come madri e come mogli tanto da riuscire nella maggior parte dei casi a crescere una nuova generazione di piccole donne educate nella parità e nel rispetto della propria persona. I nuovi papà e i nuovi mariti hanno svolto in questo tempo un ruolo di vitale importanza, nella maggior parte dei casi, non sono più assenti e distaccati dalla vita familiare, sono coinvolti nelle scelte per i bambini e per la casa e questo dà modo di stabilire dei nuovi equilibri tra le mura domestiche. Secondo gli esperti sarebbe proprio questo il punto di partenza da cui far partire la tendenza alla parità di diritti tra uomini e donne.

    Dunque tutto parte dalla famiglia, stiamo andando bene, il lavoro è ancora tanto ma non molliamo.

    Auguri a tutte!!