Bugie in chat: età, taglia e carriera quelle più gettonate

da , il

    Bugie in chat: età, taglia e carriera quelle più gettonate

    Gli amori virtuali hanno superato quelli reali, tant’è che sempre più persone si affidano al web per cercare l’anima gemella e pur di trovarla sono disposti a tutto, anche a mentire. Ma quali sono le bugie che più spesso vengono raccontate in chat?

    Il club per single di Eliana Monti ha cercato di scoprirlo attraverso un sondaggio rivolto a un campione di 1.000 iscritti al portale e ha redatto una classifica delle bugie in chat più ricorrenti.

    Anzitutto dal sondaggio emerge che circa il 78% degli intervistati ha cercato l’anima gemella in chat almeno una volta nella vita e di questi, il 72% afferma di aver mentito nel corso delle conversazioni virtuali. Il motivo? Semplice. Apparire più interessanti e appetibili agli occhi della persona che si sta tentando di conquistare.

    Al fine di dare un’immagine di sé positiva, le persone tendono ad edulcorare la realtà, anche a scapito di ciò che effettivamente sono - commenta lo staff di Eliana Monti. – Sono dinamiche normali che vengono messe in atto anche nei contesti quotidiani, ma che si accentuano nel momento in cui viene meno la compresenza fisica. In chat uomini e donne sono più portati a mentire perché non c’è alcun controllo diretto e immediato da parte dell’altro, nessuna possibilità di verificare subito quanto viene raccontato‘.

    A raccontare bugie in chat sono tutti, indistintamente uomini e donne, giovani e meno giovani. Quello che cambia in relazione al sesso è il tipo di menzogna.

    Le donne mentono principalmente sull’età, ben il 47% delle intervistate ammette di aver dichiarato di avere qualche anno in meno; e sulla taglia - il 28% asserisce di portare una taglia in meno rispetto a quella reale; e in generale sul proprio aspetto fisico – il 23% ammette di avere dichiarato una misura di reggiseno in più. Infine, uno sparuto 2% mente sul proprio status sentimentale, negando, ad esempio, di essere impegnata sentimentalmente.

    E gli uomini? la maggior parte di loro pari al 51% mente sulla sfera lavorativa, dicendo di svolgere un lavoro diverso o di ricoprire una posizione superiore, il 25% si vende quale ‘perfetto uomo di casa‘ anche se ciò è molto lontano dalla realtà, il 16% dice di cercare una relazione seria, anche se non rientra affatto nelle sue intenzioni, infine solo un esiguo 7% mente sul proprio aspetto fisico.