Canzoni d’amore Sanremo 2012: da Noemi a Francesco Renga

da , il

    Sabato 18 febbraio si è chiusa la quinta ed ultima serata del Festival di Sanremo 2012, molte sono state le canzoni apprezzate sia dal pubblico che dalla critica e, come sempre la maggioranza dei pezzi sono canzoni d’amore. Ecco che di seguito potrete ascoltare tutte le canzoni romantiche che sono state cantate sul palco dell’Ariston in occasione della sessantaquattresima edizione della competizione canora italiana.

    Il Festival di Sanremo, come sapete, è stato vinto da Emma, che però non aveva portato in gara una canzone d’amore, di seguito troverete invece i brani da ascoltare in streaming cantati da Arisa, Dolcenera, Matia Bazar, Francesco Renga, Gigi D’Alessio e Lorendana Bertè e molti altri. Dopo i video troverete i testi completi delle canzoni.

    Arisa – La notte

    Non basta un raggio di sole in un cielo blu come il mare

    perché mi porto un dolore che sale che sale

    Si ferma sulle ginocchia che tremano e so perché

    E non arresta la corsa lui non si vuole fermare

    perché è un dolore che sale che sale e fa male

    Ora è allo stomaco fegato vomito fingo ma c’è

    E quando arriva la notte e resto sola con me

    La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché

    Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà

    La vita può allontanarci l’amore continuerà

    Lo stomaco ha resistito anche se non vuol mangiare

    Ma c’è il dolore che sale che sa e e fa male

    Arriva al cuore lo picchiare più forte di me

    Prosegue nella sua corsa si prende quello che resta

    Ed in un attimo mi scoppia la testa

    Vorrebbe una risposta ma in fondo risposta non c’è

    E sale e accende gli occhi il sole adesso dov’è

    Mentre il dolore sul foglio è seduto qui accanto a me

    Che le parole nell’aria sono parole a metà

    Ma queste sono già scritte e il tempo non passerà

    Ma quando arriva la notte e resto sola con me

    La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché

    Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà

    La vita può allontanarci l’amore continuerà

    E quando arriva la notte e resto sola con me

    La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché

    Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà

    La vita può allontanarci l’amore continuerà

    di G.Anastasi Ed.Warner Chappell Music Italiana/Pipshow/Giuro – Milano

    Chiara Civello – Al posto del mondo

    Seguo l’immaginazione

    La strada dei passi passati da qui

    Sento una dolce evasione negli occhi

    Che mi hanno guardato così

    Trova una buona ragione

    Qualcosa da fare

    Per dirmi di no

    Fuori c’è un sogno che aspetta

    Soltanto i tuoi baci per vivere un

    Baci per vivere un pò

    Più in alto

    Di questo cielo

    Impossibile cadere giù

    Se distesi su un prato di stelle

    In uno sguardo

    C’è l’infinito

    Le parole non parlano

    Più perchè adesso

    Al posto del mondo ci sei tu

    Seguo la mia sensazione

    Qualcosa già esiste

    Che lo voglia o no

    C’è un’emozione che aspetta soltanto

    i tuoi

    Baci per crescere un pò

    Baci per cantare un pò

    Più in alto

    di questo cielo

    Impossibile cadere giù

    Se distesi su un prato di stelle

    In uno sguardo

    C’è l’infinito

    Le parole non parlano

    Più perchè adesso

    Al posto del mondo ci sei tu

    Nell’infinito

    Le parole non parlano più

    Nell’infinito

    Le parole non parlano più

    Perchè adesso al posto del mondo ci

    sei tu

    E non lo direi

    Se non ne fossi del tutto sicura che

    ti porterei

    Più in alto

    Di questo cielo

    Impossibile cadere giù

    Se distesi su un prato di stelle

    In uno sguardo

    C’è l’infinito

    Le parole non parlano

    Più perchè adesso

    Al posto del mondo ci sei tu

    di C.Civello – D. Tejera Ed. Intersuoni/Bideri/Moonprof BMI/Big Doings/Diaframma – Torino – Napoli – New York – Roma

    Dolcenera – Ci vediamo a casa

    La chiamano realtà

    Questa confusione

    DI dubbie opportunità,

    Questa specie di libertà

    Grande cattedrale

    Ma che non vale un monolocale,

    Un monolocale

    Come sarebbe bello potersi dire

    Che noi ci amiamo tanto,

    Ma tanto da morire

    E che qualunque cosa accada

    Noi ci vediamo a casa

    Noi, viviamo senza eroi,

    Per chi ci vuol fregare,

    Esempio di civiltà,

    Contro questa eredità

    Di forma culturale

    Che da tempo non fa respirare,

    Non fa respirare

    Come sarebbe bello potersi dire

    Che noi ci amiamo tanto,

    Ma tanto da morire

    E che qualunque cosa accada

    Noi ci vediamo a casa

    Come sarebbe bello potersi dire

    Non vedo l’ora di vederti amore

    Con una scusa o una sorpresa,

    Fai presto e ci vediamo a casa

    La chiamano realtà

    Senza testimone

    E di dubbia moralità

    Questa specie di libertà

    Che non sa volare, volare, volare, volare

    Come sarebbe bello potersi dire

    Che noi ci amiamo tanto,

    Ma tanto da morire

    E che qualunque cosa accada

    Noi ci vediamo a casa

    Come sarebbe bello potersi dire

    Non vedo l’ora di vederti amore

    Con una scusa o una sorpresa,

    Fai presto e ci vediamo a casa.

    di Dolcenera Ed.K6DN/Warner Chappell Music Italiana – Firenze – Milano

    Francesco Renga – La tua bellezza

    Mentre aspetto che tutto finisca

    E ti guardo perché sei perfetta

    Sei la cosa che più mi spaventa

    Mentre togli il vestito di fretta

    Non rimane che la meraviglia

    Che la tua pelle nuda risveglia

    Sto precipitando amore mio

    Come la pioggia sul tuo viso

    Come il cielo quando crolla all’improvviso

    Se la tua bellezza è

    Furiosa e nobile

    E’ qualcosa che somiglia alla parte migliore di me

    Se la tua bellezza è

    La tua bellezza è …

    Mentre giri sull’ultima giorstra

    Come sopra due metri di onda

    Ogni mio desiderio si incendia

    Stanno rotolando amore mio

    Queste stagioni

    Come sassi in un torrente

    Come fanno i nostri sogni

    Se la tua bellezza è

    Furiosa e nobile

    E’ qualcosa che somiglia alla parte migliore di me

    Se la tua bellezza è

    La tua bellezza

    E’ qualcosa che somiglia alla parte migliore di me

    Domani è un giorno lontano

    Ora che per l’unica volta ci amiamo

    E’ per me

    La tua bellezza

    La tua bellezza

    Se la tua bellezza è

    Furiosa e fragile

    E’ qualcosa che somiglia alla parte migliore di me

    Se la tua bellezza è

    La tua bellezza è …

    di F.Renga – D.Mancino – D.Faini Ed. Universal Music Italia/Favole – Milano – Brescia

    Gigi D’Alessio e Lorendana Bertè – Respirare

    Fermati un momento

    Dimmelo chi sei

    Unica guerriera

    Non ridi maiProva un pò ad amare

    E amati di più

    Non è sempre uguale

    Lui non c’è più

    E’ un passato da bruciare

    Torna ad essere di nuovo ancora tu

    Io non voglio amare

    Solo Libertà

    Sono chiusa a chiave

    E ci resterò

    So di farmi male

    Male non mi fa

    Voglio stare sola

    Così mi va

    Non trovare più parole

    Sono un muro forte che non crollerà

    Re… re… respirare

    Ad occhi chiusi

    Prova a farlo anche tu

    La mia ragione

    Si farà sentire

    E’ ciò che conta

    Non c’è niente di più

    Ci sei ma non ci sei

    Non Cambio idea per davvero

    Ragioni non ne hai

    Prova a soffrire anche tu

    Perchè star male?

    Bugiardi come la luna

    Noi siamo ancora qua

    Sono maledetta

    Questo si lo so

    Forse per vendetta

    O forse no

    E’ solo una prigione

    La tua falsa libertà

    Apriti alla vita

    Io sono qua

    Siamo sole e temporale

    Sarò vento che il tuo fuoco accenderà

    di G.D’Alessio – V.D’Agostino – G.D’Alessio Ed. Warner Chappell Music Italiana/GGD Edizioni Musicali – Milano – Roma

    Matia Bazar – Sei tu

    Hai cercato…

    E tutto sommato…

    Sei riuscito…

    Chi dei due ha sbagliato?

    E di noi…

    Che cosa resterà?

    Sei geniale…

    Nel fare del male…

    Programmare…

    Quello che è il dolore…

    E ti diverte…

    E spari su di me…

    Caldi brividi, fredde lame oramai…

    Di un inverno che, … che non finirà mai

    Baci come spine, sulla bocca mia…

    Senza respirare, scivolando via…

    Se tu, sei tu, sei tu… che mi hai rubato il cuore!!

    Guardo nello specchio, senza più un perchè…

    Cado nella notte, che assomiglia a te…

    Sei tu, sei tu, sei tu…che mi hai rubato il cuore!!

    Ho provato, … quanto ci ho provato…

    Cancellare, … tutto il tuo passato

    E adesso so che… ha vinto su di me

    Non raccoglierò, quel che resta di noi…

    Non mi volterò, per cercarti lo sai

    Baci come spine, sulla bocca mia…

    Senza respirare, scivolando via…

    Sei tu, sei tu, sei tu…che mi hai rubato il cuore!!

    Cieli di cristallo senza più poesia

    Petali di ghiaccio…sciolti sulla via…

    Sei tu, sei tu, sei tu, … che mi hai rubato il cuore!!

    Sei tu, sei tu, sei tu!!!!

    Sei tu, sei tu, sei tu!!!!

    Che mi hai rubato il cuore…

    di P. Cassano – F. Perversi – G. Golzi Ed. Unalira Edizioni Musicali/Radio Matia Edizioni Musicali – Milano

    Nina Zilli – Per Sempre

    Se un giorno tu

    Tornassi da me dicendo che

    È stato un errore

    Lasciarmi andare lontano lontano da te

    Se un giorno tu

    Parlassi di me

    Dicendo che

    Sono il tuo rimpianto e non riesci a dormire

    Allora ti direi

    Stavolta sarebbe per sempre

    Non importerebbe niente se

    Le parole tue

    Mi hanno fatto male ma tanto vale che

    Stavolta sia per sempre

    Perché l’orgoglio in amore è un limite

    Che sazia solo per un istante e poi

    Torna la fame

    Se un giorno tu

    Sentissi che c’è qualcosa che

    Non ti sai spiegare non ti lascia andare

    Non chiedere a me

    Neghi la verità

    Ora che non ti serve piangere

    Puoi lasciarti cadere

    Dimenticare non basterà

    Ma illudimi che sia per sempre

    Non importerebbe niente se

    Le parole tue

    Mi hanno fatto male ma tanto vale che

    Stasera non cedo a niente

    Perché se perdo in amore perdo te

    Che accendi il mondo per un istante e poi

    Va via la luce

    E so che è stupido pensarti diverso

    Da ciò che sei realmente

    Di quello che ho dato non ho avuto indietro

    Neanche quel minimo

    Per cui valga la pena di star male

    Mentre affoghi nei tuoi errori

    E cerco di capire l’irrefrenabile

    Bisogno di cercare amore

    In quel terreno che è fertile neanche a

    Morire

    E invece di morire ho imparato a respirare

    Per sempre uh yeah

    Le parole tue

    Mi hanno fatto male ma tanto vale che

    Stavolta non dirò niente

    Perché l’orgoglio in amore è un limite

    Che sazia solo per un istante e poi

    Torna la fame.

    di R.Casalino – N. Zilli – R.Casalino Ed. Universal Music Italia/MQZ Edizioni Musicali/ Nina Zilli – Milano

    Noemi – Sono solo parole

    Avere l’impressione di restare sempre al

    punto di partenza

    E chiudere la porta per lasciare il mondo

    fuori dalla stanza

    Considerare che sei la ragione per cui io

    vivo

    Questo è o non è

    amore

    Cercare un equilibrio che svanisce ogni

    volta che parliamo

    E fingersi felici di una vita che non è come

    vogliamo

    E poi lasciare che la nostalgia passi da sola

    E prenderti le mani e dirti ancora

    Sono solo parole

    Sono solo parole

    Sono solo parole le nostre

    Sono solo parole

    Sperare che domani arrivi in fretta e che

    svanisca ogni pensiero

    Lasciare che lo scorrere del tempo renda

    tutto un po’ più chiaro

    Perché la nostra vita in fondo non è

    nient’altro che

    Un attimo eterno un attimo

    Tra me e te

    Sono solo parole

    Sono solo parole

    Le nostre

    sono solo parole

    Sono solo parole parole parole, parole

    E ora penso che il tempo che ho passato

    con te

    ha cambiato per sempre ogni parte di me

    Tu sei stanco di tutto e io non so cosa dire

    Non troviamo il motivo neanche per litigare

    Siamo troppo distanti distanti tra noi

    Ma le sento un po’ mie le paure che hai

    Vorrei stringerti forte e dirti che non è

    niente

    Posso solo ripeterti ancora

    Sono solo parole

    Sono solo parole

    Le nostre

    Sono solo parole

    Le nostre

    Sono solo parole

    Sono solo parole parole parole parole

    Sono solo parole

    di F. Moro Ed. La Fattoria del Moro Publishing/ Mind The Gap – Fonte Nuova (RM) – Bologna

    Pierdavide Carone e Lucio Dalla – Nanì

    Nanì, Nanì, Nanì,

    ti ho scovato dentro ad un sentiero

    ma non sono stato mai sincero,

    Nanì, Nanì, Nanì,

    prima e dopo tanti come me,

    a cercare il mondo che non c’è,

    Nanì, Nanì, Nanì,

    questo bosco ormai ha il tuo stesso

    odore,

    di una bocca senza il suo sapore,

    Nanì, Nanì, Nanì,

    venti euro di verginità,

    quelli al padrone, la mia che resta

    qua.

    RIT Dimmi perché tu ami sempre gli

    altri ed io amo solo te,

    dimmi perché mi hai chiesto di andar

    via quando ti ho detto

    ‘vieni via con me’.

    Nanì, Nanì, Nanì,

    piove ma non ti puoi riparare,

    c’è un camionista da accontentare,

    Nanì, Nanì, Nanì,

    anche lui è solo come noi

    siamo dentro un mondo senza eroi. RIT

    Potrei star giorni ad annusare il tuo

    mestiere anche con me,

    potrai sposarmi anche se non mi amassi

    e capirei il perché. RIT

    Vieni via con me,

    vieni via con me…

    di P.Carone – L.Dalla Ed.Sugarmusic/Lospedale Edizioni Musicali/ Pressing Lina – Milano – Roma – Bologna