Col sesso occasionale si rischia l’infarto

da , il

    Col sesso occasionale si rischia l’infarto

    Se è vero che fare l’amore fa bene al cuore altrettanto vero è il fatto che farlo poco o farlo in maniera occasionale espone di contro al rischio di infarto. Lo dicono i ricercatori del Tufts Medical Center di Boston secondo i quali chi fa sesso occasionale corre più rischi di essere colpito da un infarto e persino di morire rispetto a chi, invece, lo pratica regolarmente.

    Lo studio realizzato congiuntamente dal centro di ricerca bostoniano e dalla Harvard School of Public Health è stato pubblicato sulla rivista Journal of the American Medical Association. I ricercatori hanno preso in esame 14 ricerche precedenti sugli attacchi di cuore e hanno potuto osservare come il rischio di morte aumenta del 2,7% per chi ha un’attività sessuale sporadica piuttosto che regolare.

    Lo stesso vale per chi si dedica all’attività fisica senza un’adeguata preparazione, fare sport migliora la vita sessuale, ma se si passa dalla vita sedentaria a quella atletica repentinamente il rischio di infarto lievita del 3,5%.

    Tutti coloro che praticano sport regolarmente non subiscono i danni dello sforzo fisico durante l’atto sessuale: per loro il rischio di infarto si riduce a uno su un milione. In altri termini più si fa attività fisica, sia sportiva che sessuale, più si riducono i rischi.

    In particolare, secondo gli studiosi, per ogni momento dedicato in più all’attività fisica il rischio di essere colpiti di un attacco cardiaco diminuisce del 45% e il rischio di morte del 35%.

    Per quello che riguarda l’infarto, invece, chi vive una relazione seria ma con poca passione, corre gli stessi rischi di chi fa solo sesso occasionale o si concede una scappatella una tantum.