Come comportarsi se lui fa flop a letto, consigli utili

da , il

    Come comportarsi se lui fa flop a letto, consigli utili

    Prima o poi tutti fanno flop a letto, ecco quindi qualche consiglio utile su come comportarsi in circostanze simili. Solitamente se il maschio fa cilecca le cause sono psicologiche, a meno che ovviamente non superi la sessantina! A influire negativamente ci pensano stress, insoddisfazione personale, frustrazione oppure la stessa partner. Freddezza, disattenzione, ma persino eccessiva passionalità possono rivelarsi nemici letali di una buona prestazione sessuale.

    Come si comportano le donne se l’uomo fa cilecca

    Quando l’uomo fa cilecca sotto le lenzuola, spesso noi donne non sappiamo come affrontare la situazione. Da un lato lo vorremmo uccidere, dall’altro ne siamo dispiaciute… sempre che si tratti di un partner stabile o di un caso isolato! A sostenerlo non sono solo le “chiacchiere femminili”, ma anche la Società italiana di andrologia (Sia), secondo la quale appena il 9% delle donne aiuta il partner ad affrontare il problema e a superarlo. Ecco qui di seguito alcuni consigli utili per ovviare all’imbarazzo e per restituire ad entrambi il buonumore.

    Consigli utili per le donne

    Anzitutto cercate di non drammatizzare, specie se dovesse accadere con il vostro partner abituale. Una défaillance di tanto in tanto è normale, distogliete la mente dal pensiero che vi sia qualche problema di coppia o che il vostro lui sia affetto da una qualche patologia.

    Evitate di farlo sentire in colpa, non è affatto detto che si tratti di calo del desiderio dovuto al lavoro o al fatto che non è più attratto da voi… anzi! Le vostre insicurezze non gli saranno d’aiuto ma lo freneranno ancora di più.

    Parlategli con dolcezza e comprensione, confortandolo in modo tranquillo, se poi non fosse la prima volta che accade cercate di aiutarlo ad accettare il problema orientandolo alla soluzione.

    Anche se spesso i problemi sessuali si risolvono con l’effetto placebo (lo sostiene persino la scienza) o semplicemente cambiando leggermente atteggiamento (se ad esempio a letto siete aggressive provate per qualche tempo ad essere più dolci), nei casi troppo frequenti è d’obbligo affrontare la situazione in modo serio.

    In primis dovete convincerlo ad ammettere il problema, subito dopo potrete aiutarlo a superare la vergogna e a cercare un bravo andrologo.

    Se il medico dovesse consigliare l’utilizzo di soluzioni farmacologiche, come viagra, cialis, vardenafil ecc., non opponetevi. Spesso noi donne tendiamo a considerare le pillole come rivali, ma esse agiscono solo sul naturale desiderio sessuale maschile senza provocare erezioni artificiali. Non preoccupatevi, nessuno dubita della vostra arte seduttiva… tantomeno il vostro compagno!