Come conquistare un uomo timido: qualche dritta

da , il

    Come conquistare un uomo timido: qualche dritta

    Magari ci siamo accorte che gli piaciamo, ma lui è pietrificato da un’eccessiva timidezza. Un approccio troppo aggressivo potrebbe spaventarlo e farlo battere ancora di più in ritirata, ma se anche noi ci mettiamo a fare le timide rischiamo di rimanere imprigionate dentro un amore platonico senza speranza alcuna di evoluzione.

    Come agire in questi casi? Ecco qualche dritta su come conquistare un uomo timido.

    Sedurre con lo sguardo

    Se lui è molto timido, un approccio troppo diretto potrebbe intimidirlo ulteriormente, ecco perché dobbiamo sforzarci di trovare un linguaggio adatto a lui, che non lo metta in difficoltà, ma che anzi lo rassicuri circa il fatto che con noi può andare a colpo sicuro. Indirizzargli degli sguardi ammiccanti potrebbe essere un’ottima strategia, ma badate che quella di sedurre con lo sguardo è un’arte che non va sottovalutata. Se lo sguardo è troppo insistente, lui potrebbe non riuscire a sostenerlo, se al contrario è troppo sfuggente potrebbe non arrivargli il messaggio che intendete comunicargli. Se volete risultare più efficaci potete guardarlo in maniera fissa, distogliere lo sguardo brevemente e poi ritornare a ricatturare il suo sguardo. Il messaggio in questo caso risulterà inequivocabile: sto guardando te, sì proprio te.

    Scrivere una lettera romantica

    Potrebbe sembrare un’idea un può fuori moda, ma scrivere una lettera romantica è il modo migliore per conquistare un uomo timido. Lui si sentirà più tranquillo davanti ad un foglio o al monitor di un pc (se decidete di mandare una mail) e non sentirà la pressione del dovervi affrontare faccia a faccia. Avrà, al contrario, tutto il tempo di meditare sulle cose da dirvi e soprattutto potrà rispondervi attraverso lo stesso rassicurante canale.

    Chiedere aiuto ad un amico

    Un’altra soluzione potrebbe essere rappresentata dal chiedere aiuto ad un amico o ad un’amica comune, qualcuno, insomma che possa intercedere per noi presso di lui. Possiamo chiedergli ad esempio di organizzare un’uscita collettiva alla quale ovviamente invitare anche lui così da moltiplicare le occasioni di trovarci in sua compagnia o se sono abbastanza in confidenza chiedergli direttamente di palesare a lui il nostro interesse e di riferirci la sua reazione.