Come riconoscere un bugiardo: 10 mosse utili

da , il

    Come riconoscere un bugiardo: 10 mosse utili

    Come riconoscere un bugiardo. Ricordate la favola di Pinocchio? Tutte le volte che raccontava una bugia, il naso gli si allungava. Una vera disgrazia per lui, ma una bella fortuna per chi gli stava intorno, che non doveva certo lambiccarsi il cervello per capire se quanto da lui affermato corrispondeva al vero, bastava affidarsi al naso… Diversamente accade nella vita di tutti i giorni: si mente, ma il naso resta immancabilmente al suo posto. Ci dobbiamo allora ingegnare in altre maniere per capire se abbiamo a che fare con un Pinocchio. Ecco 10 mosse utili per riconoscerlo.

    Muove troppo le mani

    Osservare il movimento delle mani può aiutare a identificare il mentitore: se è troppo veloce siamo di fronte a un palese segnale di nervosismo, tipico di chi racconta frottole. I bugiardi incalliti potrebbero però simulare abilmente tranquillità, abituati come sono a confondere la realtà con la menzogna.

    Deglutisce spesso

    Secondo alcuni ricercatori chi deglutisce è come se metaforicamente cercasse di ingoiare la sua bugia. Ovviamente bisogna verificare con che frequenza accade: farlo spesso denota imbarazzo, tipico sintomo della sindrome del mentitore. Non di quello incallito però, quest’ultimo infatti non conosce vergogna.

    Arrossisce

    riconoscere-un-bugiardo

    Non sempre arrossire indica che la persona che ci sta di fronte sta mentendo, ma con buona approssimazione possiamo ipotizzare che lo stia facendo. Il bugiardo (non troppo esperto) si sente infatti in imbarazzo.

    Distoglie lo sguardo

    Non riuscire a sostenere lo sguardo, farlo vagare nervosamente da una parte all’altra della stanza è un evidente segnale rivelatore del comportamento menzognero. Secondo l’approccio della programmazione neuro linguistica (PNL), inoltre, quando si mente si guarda verso destra, ma recenti studi sono riusciti a dimostrare il contrario.

    Ha movimenti scoordinati

    La sincerità sembra essere rappresentata dall’armonia del corpo, pertanto quando siamo di fronte a qualcuno che si muove in maniera scoordinata o ravvisiamo delle espressioni asimmetriche sul suo volto, molto probabilmente chi abbiamo di fronte mente. Anche se c’è chi, al contrario, ritiene che quando una persona racconta frottole, tende a non muoversi perché si sta concentrando.

    Esprime le emozioni in modo forzato

    riconoscere-i-bugiardi

    Per scoprire le bugie degli uomini è importante prestare attenzione all’espressione delle emozioni, che normalmente durano pochissimi secondi. Se un sorriso, al contrario, dura più del solito, dobbiamo iniziare a credere seriamente che non sia sincero o spontaneo. Stesso discorso vale per altro genere di emozioni.

    Tace a lungo prima di rispondere

    A quanto pare i bugiardi tendenzialmente tacciono per un po’ prima di ribattere a una qualsiasi domanda. Lo scopo del silenzio anomalo è prendere tempo per articolare la risposta, che ovviamente è una menzogna.

    Si tocca bocca o capelli mentre voi parlate

    Se lui si mordicchia le labbra e giocherella spesso con i capelli mentre voi state parlando, è piuttosto probabile che sia un bugiardo. Pinocchio, sarà forse per imbarazzo, non riesce proprio a stare fermo!

    Si giustifica anche se non ce n’è motivo

    riconoscere-un-bugiardo-in-10-mosse

    Anche se non espressamente richiesto, anche se non ce n’è motivo, il Pinocchio incallito ricorre comunque alle giustificazioni. Sapendo di mentire con troppa facilità, affina a dismisura l’arte giustificatoria, divenendone addirittura vittima.

    Parla velocemente

    Secondo alcune ricerche in materia di bugie raccontate dagli uomini, i mentitori sono convinti che rallentare il discorso possa sembrare sospetto. Per questa ragione tendono ad agire in modo opposto, velocizzando eccessivamente il dialogo.