Come risolvere la crisi di coppia online

da , il

    Come risolvere la crisi di coppia online

    Nell’era tecnologica anche il consulente di coppia opera in rete: se non avete voglia di recarvi nello studio di un professionista internet vi offre un’alternativa. L’idea si deve ad una start-up canadese e si chiama Tokii: è un sito che agisce come un consulente matrimoniale ma in modo moderno e alternativo. Sia la start up che il social sono stati ideati da una signora canadese che ha vissuto in prima persona questi alti e bassi con il partner: spesso troppi impegni ci impediscono di trovare il tempo per parlare in casa sottovalutando l’importanza della comunicazione.

    Ovviamente non è una persona che può predisporsi all’ascolto dei problemi dei partner ma dalla home page si può accedere a giochi e test da fare insieme per approfondire i problemi di coppia e tentare di risolverli. Non solo: ci sono anche sistemi delle giornate e un barometro degli umori della coppia (Moodmeter). Grazie a questa applicazione è possibile approfondire le necessità inconfessate del partner e in qualche modo anche conoscersi meglio. Con la funzione TradingPost è possibile selezionare hobbies e attività da fare insieme per divertirsi o rilassarsi. E’ possibile anche barattare i favori: tu mi aiuti nelle pulizie e io ti lascio guardare la partita in pace, io faccio spesa se tu butti la spazzatura. Sono divisioni dei compiti che dovrebbero essere naturali ma che troppo spesso non lo sono affatto. In questo modo tutto viene vissuto come una sorta di gioco e diventa più naturale. L’ideatrice invita tutte le coppie in crisi a registrarsi: statisticamente al mondo esistono 42 milioni di persone sposate che non fanno sesso e non dialogano. L’iscrizione è gratuita e la privacy è garantita. Perché l’applicazione funzioni però è necessario che entrambi i partner collaborino, creando una sorta di Facebook per due. Spesso si dice che internet è causa di crisi di coppia e che Facebook sia dannoso per la convivenza: questo portale ha invece proprio l’obiettivo di migliorare l’intesa.