Come sopravvivere alla fine di una relazione

da , il

    Come sopravvivere alla fine di una relazione

    Essere lasciate non è di certo un’esperienza piacevole e il più delle volte si rischia di finire in un vortice in cui si è portate a pensare che tutto ciò che facciamo è sbagliamo e che le nostre scelte sono sempre scorrette per noi stesse e per chi ci circonda.

    Ma esistono dei modi per sopravvivere alla fine di una storia, dei comportamenti da seguire per evitare di colpevolizzarsi, di stare male e di sfiorare la pazzia.

    La prima cosa da evitare è di sparlare del vostro ex fidanzato con le altre persone limitandosi invece a dire, se qualcuno cerca di capire i motivi per cui vi siete lasciati, che le cose tra voi non funzionavano e avete preferito interrompere tutto prima che fosse troppo tardi.

    Ovviamente evitate di finire in relazioni mordi e fuggi, da una sera e via, con il primo che capita perchè la formula del chiodo scaccia chiodo non sempre funziona e soprattutto non funziona quando si è appena interrotta una storia, magari anche importante.

    Se siete state mollate, non tartassatelo e non opprimetelo ma accettate di buon grado (anche se a fatica) la sua scelta e tenete fuori da queste questioni la sua famiglia, se avete rapporti, e la vostra: fate passare del tempo, riflettete e quando siete davvero pronte potete affrontare la sua famiglia a viso aperto, senza correre il rischio di passare per quelle che cercano compassione, pietà ed affetto.

    Chiaramente non offritegli alternative plausibili pur di stare insieme: se avevate deciso di convivere, non chiedetegli di tornare a vivere ognuno per conto proprio ma di restare comunque insieme! Si tratterebbe di un passo indietro e la relazione, alla fine della fiera, andrebbe comunque a morire.

    Anche se vi sembra strano, lasciate gli amici comuni fuori da tutta la storia: saranno loro, in maniera naturale, a schierarsi dall’una o dall’altra parte ma allo stesso modo starà a voi fare in modo di non restare da sole e di coltivare comunque quelle amicizie che avevate quando eravate in coppia.

    Infine, e questa vi sembrerà la parte più difficile, pensate che se siete state lasciate non è vero che siete sbagliate ma semplicemente che non eravate adatte al ragazzo che avevate scelto: pensare positivo all’inizio sarà difficile ma con un po’ di sforzo, tanta consapevolezza e l’aiuto di amici e famiglia ne uscirete più forti di prima!