Come superare i sensi di colpa per aver tradito

Un tradimento non è mai facile da affrontare e ciò vale anche per chi lo commette, che spesso si ritrova a dover fare i conti con i sensi di colpa. Ma come superarli per aver tradito e come riuscire a riprendersi evitando di far capitolare la relazione? Ecco alcuni consigli per riuscire a superare il senso di colpa da tradimento.

da , il

    Come superare i sensi di colpa per aver tradito

    Come superare i sensi di colpa per aver tradito? E’ naturale che dopo un tradimento si provi una sensazione spiacevole dovuta alla consapevolezza di aver mancato di rispetto al partner. Tradimento e rimorso vanno a braccetto ma come fare per superare il senso di colpa? Scopriamolo cercando di capire innanzitutto cosa succede a livello psicologico quando si tradisce e cosa fare per andare oltre.

    Come si sente chi tradisce

    Secondo la psicologia dopo il tradimento è naturale provare senso di colpa per il partner, sebbene ci siano persone che non provano alcun tipo di disagio. Questo accade specialmente ai traditori seriali, abituati a commettere adulterio e quindi meno propensi al senso di colpa.

    Tuttavia nella maggioranza dei casi chi tradisce soffre, soprattutto se coinvolto in una relazione di coppia duratura basata sull’amore, a prescindere dal fatto che quest’ultimo sia appassito.

    Come non sentirsi in colpa per un tradimento

    Se vi state chiedendo: “Ho tradito, come dimenticare?”, ricordate che, superata la fase iniziale di senso di colpa, è importante guardare avanti cercando di capire cosa vi ha spinte a commettere adulterio o tradimento.

    Spesso è proprio il disagio dovuto a una relazione insoddisfacente a spingere le persone a tradire e in tal caso non ha alcun senso provare rimorso, semmai è meglio cogliere l’occasione per affrontare la situazione insieme al partner, sempre che ne valga la pena. Ma non è necessario per forza confessare l’accaduto, dipende dalle situazioni, a volte infatti può essere una cosa da non fare dopo il tradimento.

    In altri casi può essere che la relazione sia finita (interiormente) da molto tempo e che l’adulterio abbia rappresentato la ciliegina sulla torta di una situazione ormai irrecuperabile. Coglietelo quindi come un segnale di svolta, per incoraggiarvi a farla finita definitivamente. In questo caso è meglio anche per il partner concludere la relazione, anche se in un primo momento potrebbe ferirlo.

    Tradimento scoperto: cosa succede dopo

    Quando un tradimento viene scoperto possono succedere cose diverse: se il partner è disposto a perdonare la scappatella, sempre che di scappatella si tratti, la relazione può andare avanti anche se ci vorrà tempo per rimetterla in carreggiata.

    Tuttavia non è sempre detto che un tradimento faccia scoppiare la coppia, in alcuni casi può persino conferirle nuova linfa vitale, purché i due partner riescano a reinventarsi e a superare il dolore che accompagna questo tipo di esperienza.

    In altri casi, quando il tradimento è solo un segnale di disagio profondo della coppia, sicuramente è facile che porti alla fine della relazione.