Come superare la timidezza: 10 consigli utili

da , il

    Come superare la timidezza: 10 consigli utili

    Come superare la timidezza? “Carattere di chi è riservato, per paura del giudizio altrui o per timore di sbagliare”, questa la definizione da dizionario ma cos’è nella realtà la timidezza? E soprattutto come affrontarla quando si presenta al momento meno opportuno, ovvero davanti a un uomo che ci attrae? Non pensarci è pressoché impossibile perché i timidi sono ben consapevoli di dover fare i conti con segnali inequivocabili, come rossore al volto, vampate di calore, sudore alle mani. Le ragioni sono molteplici ma il risultato sempre il medesimo, un grande imbarazzo. Ecco allora 10 consigli per superarla.

    Accettarla

    Facile a dirsi, difficile a farsi, eppure l’accettazione è il migliore antidoto contro la timidezza. I tentativi di dissimulazione lasciano il tempo che trovano, bisogna spingersi alla fonte, stanare i blocchi che ci hanno portato progressivamente a chiuderci in noi stesse. Senza dimenticare che ai ragazzi un po’ di timidezza non dispiace affatto!

    Farne un punto di forza

    C’è chi sostiene sia innaturale, eppure anche i bambini nascono più o meno timidi. Perché allora non valorizzarla, non farne un punto di forza, non solo perché c’è di peggio, ma perché in fondo la timidezza non fa male a nessuno, eccetto che a se stessi. Pensate agli arroganti, sono riusciti a stravolgere il significato di questo comportamento disdicevole facendolo passare per vincente. Perché d’ora in avanti non pensarla allo stesso modo? Sono timida e fiera di esserlo, qualche problema??!

    La diversità non è per forza una condanna

    Perché non essere felici della propria diversità? Ciò non significa isolarsi dal mondo autoconvincendosi di essere migliori ma evitare l’autoflagellazione. Cercate pure una soluzione al cosiddetto “problema” ma ricordando sempre che lo fate per voi stesse, non per risultare migliori agli occhi della nuova fiamma. Non funzionerebbe.

    Smettete di voler essere perfette

    La perfezione a questo mondo non esiste, altrove per il momento non è dato a sapersi. Inutile sforzarsi tanto, chiunque ha dei difetti e la timidezza non rientra certo tra i peggiori.

    Accettare il rifiuto

    Accade a tutte di essere rifiutate o di vivere un amore non corrisposto, persino alle più esuberanti. Quindi mettetevi il cuore in pace e convincetevi del fatto che se non vi ha volute, evidentemente non faceva per voi. E poi, sinceramente, lo vorreste un uomo che non sa apprezzarvi per quello che siete?

    Allenarsi con le tecniche di rilassamento

    Meditazione, yoga, esercizi di respirazione certamente vengono in aiuto, insegnano a rilassare i nervi nei momenti di tensione, allentando di conseguenza l’imbarazzo.

    Concentrare l’attenzione su altro

    Durante i primi approcci evitate di dare spazio a pensieri paranoici. Non appena si affacciano, concentrate l’attenzione su altro o semplicemente lasciateli andare. Ve ne dimenticherete presto.

    Fare sport

    Anche lo sport è un ottimo alleato contro la timidezza, aiuta a liberare le tensioni accumulate nel corpo e nella testa. Perché non organizzare un appuntamento proprio dopo una sessione di allenamento ad alta intensità? Vi sentirete non solo rilassate ma anche troppo stanche per pensare al vostro disagio.

    Non fossilizzarsi sulle etichette

    Le persone non vanno mai etichettate in maniera superficiale e la raccomandazione vale anche per se stessi. Ognuno di noi ha tante facce, tanti tratti caratteriali spesso in contraddizione tra loro. Potreste, per esempio, essere timide durante i primi approcci ma delle vere pantere a letto o esattamente il contrario. Le apparenze ingannano davvero, e spesso.

    Essere se stesse

    Al di là di tutti i consigli, ciò che conta davvero è essere se stesse perché la timidezza è qualcosa di assolutamente normale, a meno che non diventi patologica. In tal caso sarà bene consultare chi di dovere, altrimenti imparate a sorridere dei vostri imbarazzi anche di fronte al corteggiatore di turno. Se non dovesse apprezzare, peggio per lui!

    SCOPRI COME SUPERARE LA TIMIDEZZA IN AMORE IN 4 MOSSE