Contraccettivo maschile: una lozione capace di fare la differenza

da , il

    Contraccettivo maschile: una lozione capace di fare la differenza

    La frontiera dei contraccettivi maschili finalmente è stata infranta: una semplice lozione potrebbe rappresentare la soluzione in grado di rivoluzionare il concetto, socialmente condiviso, che la donna sia colei che deve badare alla prevenzione di gravidanze indesiderate. Il prodotto innovativo arriva dal Los Angeles Biomedical Research Insititute: si tratta di una crema, dall’effetto reversibile, una sorta di miscela di testosterone ed un composto chimico sintetico chiamato Nesterone.

    Secondo l’Istituto, il prodotto in questione limiterebbe significativamente il numero degli spermatozoi, riducendo sensibilmente la possibilità di incorrere in gravidanze indesiderate. Le sperimentazioni hanno evidenziato come l’89% degli uomini che ha applicato questa lozione abbia avuto una riduzione dei propri spermatozoi di un milione per millilitro, avendone quindi una quantità così ridotta da non poter essere sufficiente per fecondare una donna; nel 78% degli uomini c’è stata una totale assenza di spermatozoi.

    Il Nesterone, sostanza contenuta nel rivoluzionario contraccettivo maschile, è un progestinico che aiuta il corpo ad aumentare l’effetto del testosterone, che a sua volta riduce la produzione di spermatozoi, senza incorrere in alcun effetto collaterale. Il Nesterone non avrebbe infatti un’attività androgenica, quindi non dovrebbe causare acne o aumenti dei livelli del colesterolo cattivo.

    L’applicazione di tale lozione è molto semplice: è sufficiente applicare regolarmente la crema sulla pelle per far sì che aumenti la secrezione di testosterone e di conseguenza venga inibita la produzione di spermatozoi.

    Il nuovo prodotto sembra avere tutte le carte in regola per potersi imporre sul mercato e affiancarsi ai consueti contraccettivi femminili. L’efficacia sembra nettamente superiore a quella della pillola per uomini, che non si è dimostrata affatto affidabile.

    Attualmente il gel è ancora in fase di sperimentazione ma, secondo quanto affermato dal Daily Mail, potrebbe essere approvato ed arrivare sul mercato in breve tempo.

    Che sia la volta buona che gli uomini inizino a farsi carico di quest’enorme responsabilità, sino ad oggi esclusivamente nelle mani di noi donne?