Coppie gay: in Inghilterra potranno sposarsi in chiesa

da , il

    Coppie gay: in Inghilterra potranno sposarsi in chiesa

    Molto presto le coppie gay in Inghilterra che vorranno celebrare la loro unione civile in chiesa potranno farlo, con la benedizione del Governo. Si tratta di una novità davvero rivoluzionaria, che è stata annunciata – qualche ora fa – dal sottosegretario alla Parità, Lynne Featherstone.

    C’è anche una data a partire dalla quale il provvedimento sarà valido a tutti gli effetti: 5 dicembre. Tra poco più di un mese, dunque, le coppie gay in Inghilterra che da tanto accarezzano il sogno di un matrimonio tradizionale potranno farlo in tutte quelle chiese che sceglieranno di aderire.

    In questo, il Governo ha lasciato chiaramente ampia libertà a tutti i gruppi religiosi. Quelli che aderiranno quasi sicuramente sono i quaccheri, gli unitari e gli ebrei progressisti, da diverso tempo impegnati nei confronti del Governo inglese per ottenere questo genere di provvedimento.

    Sostenitore e patrocinatore dell’iniziativa è stato il primo ministro David Cameron, nonostante l’opposizione dei membri più conservatori della Church of England e della Chiesa Cattolica inglese.

    L’annuncio è stato accolto con molto entusiasmo dalla comunità gay in Gran Bretagna. E’ stato stimato che a partire dal 5 dicembre, quando sarà possibile celebrare le unioni civili in chiesa, saranno circa 1.500 i gay che approfitteranno di tale possibilità.

    Le coppie gay in Inghilterra che si uniscono civilmente ogni anno ammontano a 5.500. Mentre in tutta Europa e negli Stati Uniti si moltiplicano le iniziative e i passi in avanti per il riconoscimento alle coppie omosessuali degli stessi diritti delle coppie etero, in Italia, una recente indagine mette in luce come il 27% degli omosessuali sia costretto a fingersi etero per non subire discriminazioni sul lavoro.