Cosa rende un uomo attraente? 10 trappole in cui cadiamo

da , il

    Cosa rende un uomo attraente? Petto rigorosamente in fuori, mento insolitamente alto, sguardo penetrante e fiero, pochi dettagli che fanno capitolare “donzelle” di ogni età. Perché l’uomo sicuro di sé esercita un fascino senza tempo, che conquista all’unisono cervellone e sempliciotte. Da che donna è donna le trappole in cui cadiamo sono sempre le stesse, l’uomo ne ha antica memoria e se ne approfitta per sedurci e spesso abbandonarci dopo aver raggiunto lo scopo. Ecco allora 10 trappole in cui cadiamo perché prevenire, come si suol dire, è meglio che curare.

    La sicurezza in se stesso

    L’uomo sicuro di sé è come il miele per le api, ha un sapore irresistibile, nemmeno le più scafate sanno tenersene alla larga. Ha un portamento fiero, non abbassa mai lo sguardo, il suo petto è talmente gonfio di autostima da fare invidia a Hulk. Nonostante si riconosca a prima vista, anziché allontanarvisi le donne tendono ad elemosinarne le attenzioni.

    La parlantina eloquente

    Noi donne siamo più sensibili alle doti linguistiche dell’interlocutore, che spesso ci conquista con il suo eloquio ricercato, troppo ricercato per essere autentico. In fase di corteggiamento il nostro cervello evidentemente regredisce, facendoci cadere in trappole da cui, in condizioni di normalità, ci terremmo a debita distanza.

    La bellezza

    I maschi ne sono sedotti più che da ogni altra cosa e noi donne non siamo da meno. La bellezza ha varie forme, certo, ma non lascia quasi mai indifferenti. Un uomo bello ha più chance checché ne dicano le donne, perché l’estetica conta eccome.

    L’eleganza

    Un look elegante e ricercato, che non deve necessariamente corrispondere alla classica giacca e cravatta, trae spesso in inganno l’occhio femminile, più attento all’estetica. L’uomo elegante, qualunque sia la sua mise, ci fa sentire importanti, ci fa fantasticare su come sarebbe la vita al suo fianco, fiere del suo buon gusto, orgogliose di averlo come compagno.

    Il fascino da bel tenebroso

    Il fascino del bel tenebroso addirittura surclassa la bellezza classica, mietendo vittime tra le donne di ogni età e di ogni classe sociale, facendo leva ovviamente sulla classica sindrome della crocerossina. Perché i belli e dannati da che mondo è mondo fanno strage di cuori.

    Il portamento fiero

    Il portamento è strettamente legato alla sicurezza di sé, la fierezza di un uomo si vede dalla sua camminata, dal petto più o meno in fuori, dall’andatura, dalla scioltezza dei movimenti. Peccato che alla nobiltà di portamento spesso non corrisponda altrettanta nobiltà d’animo. E’ questa la fregatura e purtroppo la maggior parte di noi ci casca.

    L’essere premurosi

    Le premure maschili, qualunque sia lo scopo recondito, fanno particolarmente piacere al pubblico femminile, convincendone gran parte di aver finalmente trovato il Principe Azzurro, semplice e alla mano, salvo accorgersi, più tardi, che si tratta solo di un banale rospo. Cose che accadono!

    Lo sguardo magnetico

    Lo sguardo dovrebbe essere lo specchio dell’anima, non si capisce allora per quale motivo noi donne ci facciamo sempre fregare da sguardi intriganti e magnetici che alla fine scopriamo celare personaggi alquanto discutibili. Forse è solo questione di esercitazione! Sarà ma intanto continuiamo ad esserne sedotte.

    La simpatia

    Altra arma a doppio taglio che rende l’uomo particolarmente attraente agli occhi femminili. La simpatia ci sta benissimo, peccato che spesso sia l’unica qualità del corteggiatore, salvo accorgersene a relazione avviata. Certo, c’è anche qualche rara eccezione, appunto rara!

    L’intelligenza (presunta)

    L’intelligenza, o presunta tale, rende il maschio particolarmente appetibile, elevandolo sopra la media dei soliti corteggiatori allo sbaraglio. Peccato che il più delle volte l’intelligenza sia solo una maschera indossata per l’occasione, un po’ come il make up di una donna al primo appuntamento, sotto il fondotinta si celano mostruosità.