Desiderio sessuale maschile: aumenta perdendo peso

da , il

    Desiderio sessuale maschile: aumenta perdendo peso

    Il desiderio sessuale maschile è influenzato in maniera preponderante dal peso e dal diabete di tipo 2. E’ noto, infatti, come l’obesità da cui spesso il diabete di tipo 2 discende, sia causa di molte disfunzioni sessuali maschili.

    Il desiderio sessuale maschile però, aumenta se si perdono i chili in eccesso e un’eventuale disfunzione erettile collegata al diabete migliora. A sostenerlo è uno studio dell’Università di Adelaide (in Australia) secondo cui basterebbe perdere il 5% del peso per risolvere questi problemi.

    Tale studio è stato condotto su 31 obesi affetti da diabete di tipo 2. I partecipanti, monitorati per 8 settimane, sono stati sottoposti a una dieta dal basso contenuto calorico e di grassi, ma con un significativo apporto proteico, in modo da abbassare il consumo giornaliero di circa 600 calorie.

    Ebbene, ciò che di significativo è emerso è che una perdita di peso anche modesta (di appena il 5%) produce un incremento del desiderio sessuale maschile e un miglioramento dei problemi sessuali già dopo 8 settimane con progressi sempre più significativi nell’arco di 12 mesi.

    I nostri risultati sono coerenti con l’evidenza che non solo la funzione erettile, ma anche i sintomi delle basse vie urinarie sono un marker di rischio cardio-metabolico – hanno spiegato gli autori della ricerca – la prova che il miglioramento può essere ottenuto con una modesta perdita di peso, in particolare quando una dieta è di elevata qualità nutrizionale, è di grande importanza per la sanità pubblica‘.

    Si tratta di un risultato molto importante soprattutto se consideriamo che attraverso un intervento non-farmacologico si riesce a ripristinare la funzionalità erettile, un problema che affligge molti uomini e che molte volte finisce per condizionare pesantemente anche la vita di coppia.