Donna in carriera: e se l’uomo fa il casalingo?

da , il

    Donna in carriera: e se l’uomo fa il casalingo?

    Un tempo la divisione dei ruoli nella coppia era ben determinata nella società: l’uomo andava a lavorare e la donna si occupava della casa, così come nella preistoria era l’uomo ad uscire per procacciare il cibo. La società è profondamente cambiata e sono sempre di più le donne che scelgono di affermarsi sul lavoro accedendo a cariche prestigiose nei settori più disparati. Questo ha cambiato anche inevitabilmente anche il concetto di organizzazione familiare e di vita di coppia. Si possono presentare diverse alternative: in alcuni casi la donna presa dalla carriera rinuncia all’amore e all’idea di diventare mamma ma non sempre è così.

    Come si organizzano le coppie in cui la donna lavora? Se anche l’uomo ha una certa posizione i ritmi di lavoro frenetico di entrambi richiedono una divisione dei ruoli per l’organizzazione della casa e nella maggior parte dei casi si assume personale di servizio. Ma ci sono anche molti casi in cui l’uomo decide di restare a casa e fare il casalingo: da noi questa scelta può sembrare un po’ strana ed è ancora tutto sommato un’eccezione ma ad esempio negli USA è una realtà frequente. Dai dati di una recente statistica delle donne americane più influenti del mondo finanziario emerge che delle prime cinque ben 4 hanno un partner casalingo. Questa tendenza gradualmente sta arrivando anche da noi anche se nel Bel Paese non sempre è una scelta e a volte è una decisione dettata dalle difficoltà economiche, dalla disoccupazione e dalla impossibilità di assumere colf e baby sitter. Non tutti sanno che in Italia esiste anche un’associazione che tutela gli uomini di casa: si tratta dell’AUC, Associazione Uomini Casalinghi ed è nata 15 anni fa. Anche il maschio italiano quindi impara ad accettare la donna che lavora e guadagna di più: e voi stareste con un uomo casalingo?