Donne asiatiche: è finita l’era della geisha

Donne asiatiche: è finita l’era della geisha
da in Amore, Single, Soldi Ultimo aggiornamento:
    Donne asiatiche: è finita l’era della geisha

    Quando si pensa alla donna giapponese l’immagine tipica è quella della geisha, una figura totalmente dedita al proprio uomo e per certi versi, secondo la cultura occidentale, sottomessa. Ma le cose in Asia, anche nelle aree più tradizionaliste come il Giappone, stanno cambiando: è avvenuto il sorpasso dei sessi in campo professionale. Secondo una recente indagine condotta dall’ufficio per il sondaggio sulla famiglia le donne single giapponesi lo scorso anno hanno guadagnato più degli uomini.

    Mentre i salari maschili sono diminuiti le donne nipponiche hanno trovato il loro spazio nel mondo del lavoro e si sono affermate in maniera esponenziale. In Giappone serve forza lavoro giovane e quindi le donne vanno a lavorare: è infatti uno dei Pesi con più anziani al mondo, con un’età media di 45 anni e con 7,4 nuovi nati ogni mille abitanti è penultimo su 224 Stati nella graduatoria della fertilità. L’Italia se la passa appena meglio ma anche da noi la situazione è più o meno questa. Per questo la Goldman Sachs, la più grande banca d’affari al mondo, ha creato nella sua sede di Tokyo quello che è stato denominato il ‘Womenomics Winners Basket’, ovvero il paniere dei vincenti nell’economia delle donne. La sfida è quella di aiutare le donne a conciliare casa e carriera.

    Pigeon, un gruppo che produce articoli per l’infanzia, che ha iniziato anche a fornire servizi di baby-sitting oppure Benesse Holding, un’azienda di assistenza allo studio, che porta pietanze a domicilio agli alunni se la mamma è fuori per lavoro. E’ lo specchio di un’economia sempre più sensibile alle esigenze delle donne lavoratrici: tra pochi anni la geisha andrà in giro con la ventiquattro ore!

    334

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmoreSingleSoldi Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/01/2011 15:21
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI