Donne dominanti a letto: il 40% dei maschi si sente inadeguato

da , il

    Donne dominanti a letto: il 40% dei maschi si sente inadeguato

    Le donne dominanti a letto sono ormai la maggior parte e questo nel 35% dei casi, manda letteralmente in crisi il maschio, soprattutto se sia lei che lui hanno un’età inferiore ai 40 anni. Le donne dominanti a letto, quindi, anziché essere ritenute sessualmente appetibili generano ansia da prestazione.

    E’ quanto emerso nel corso del XIV congresso della Società europea di medicina sessuale che vede riuniti – in questi giorni, a Milano – all’incirca 2mila esperti tra sessuologi e psicologi.

    Di fronte a donne sempre più dominanti a letto il 40% dei maschi italiani si sente inadeguato e teme di non essere all’altezza delle aspettative della propria partner, che di contro diventano sempre più alte.

    Le donne italiane, infatti, vogliono un uomo che riesca essere allo stesso tempo un marito perfetto, un amante instancabile e un padre attento e affettuoso. Tutte queste aspettative hanno come conseguenza diretta quella di generare ansia tra le lenzuola.

    Non a caso nella classifica dei disturbi sessuali maschili più frequenti c’è la disfunzione erettile, che insieme all’eiaculazione precoce è il primo problema per diffusione: in tutto il mondo ne soffrono oltre 152 milioni di uomini, di cui circa 3 milioni in Italia.

    La sessualità è profondamente cambiata – osserva Francesco Montorsi, ordinario di urologia all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano e membro dell’Advisory Board del Congresso - proprio perché è il risultato di una complessa interazione tra fattori biologici, psicologici, socio-economici, culturali, etici e religioso-spirituali. I ruoli di genere non sono più chiaramente definiti e si è modificato l’equilibrio delle relazioni‘.