Donne single: in Arabia Saudita è un problema sociale

da , il

    Donne single: in Arabia Saudita è un problema sociale

    Donne single: non bastavano la solitudine a San Valentino, la mancanza di un partner durante le feste, il letto vuoto quando ci si addormenta.. Oggi ci si mette anche la società che considera questa condizione un problema e un disagio. Oltre al danno la beffa! Essere single è quindi una specie di malattia che dagli Stati Uniti si è propagata in Europa e che ora sta ‘contagiando’ anche l’Arabia Saudita. A lanciare l’allarme nel ricco regno musulmano è la stampa locale che avverte come il numero delle giovani donne single stia crescendo vertiginosamente.

    Se infatti da un lato le protagoniste di Sex and The City non fanno che ripeterci quanto possa essere divertente essere single a New York, in Arabia Saudita la considerazione delle donne trentenni, single ed emancipate, non è proprio la stessa e viene trattata alla stregua di un danno sociale. Statisticamente in Arabia Saudita più di un milione di donne sopra i 32 anni è single: la media di una su sedici. Le previsioni per il futuro non sono confortanti: entro il 2015 il numero dovrebbe toccare quota quattro milioni. Ma quali sono le cause di questa malattia moderna? Sono i problemi sociali che ritroviamo in tutti i Paesi del mondo: la disoccupazione, le difficoltà economiche per i giovani che vogliono comprare casa etc. E se l’uomo non può mantenerti allora meglio restare sole. Si osserva infatti come questa ‘pandemia’ sia molto più diffusa nelle città piuttosto che nelle campagne, dove ancora si resta legati ai valori tradizionali. A diffondere la notizia è il quotidiano in lingua inglese Arab News: gli uomini del posto, già in numero inferiore rispetto alle donne, sarebbero preoccupati di restare soli e non per scelta. Il giornale invece non accenna minimamente ad un possibile accenno di emancipazione femminile che porta le donne a scegliere liberamente se avere un partner oppure no.