Donne sole: rimanere single è una necessità o una scelta?

da , il

    Donne sole: rimanere single è una necessità o una scelta?

    Necessità o scelta? La domanda è davvero complicata. Da quando il movimento femminista e l’acquisizione dei diritti hanno portato la donna a rivalutare la sua figura e a rendersi indipendente, la necessità di avere un uomo non è più scontata. Volendo la procreazione assistita ci permette anche di avere dei bambini. Quindi sembrerebbe proprio che la risposta alla domanda del titolo sia ‘scelta’, ma io ha nutro qualche riserva in merito. Secondo me anche la necessità è un fattore, meno importante, ma comunque influente ed è al tempo stesso causa e conseguenza dell’aumento del numero di single anche tra gli uomini.

    Allora, un’altra domanda..è nato prima l’uovo o la gallina? Cioè sono gli uomini o le donne ad aver per primi rivendicato il bisogno di essere single? Né uovo né gallina, qui entra in scena il pulcino, l’outsider, che nel nostro caso è la società. Essa plasma gli individui in base alla sue esigenze, non conta il sesso, nessuno implica un comportamento dell’altro, ma siamo tutti mossi come pedine dalla società. Per chiunque ambisca ad avere una carriera, la famiglia purtroppo passa in secondo piano, sia per motivi egoistici, sia perché non sarebbe plausibile costruire qualcosa senza poi poterla coltivare. È come edificare una palazzo bellissimo e non farci la manutenzione..crollerebbe. A maggior ragione per la donna, che ha la funzione di faro guida per i figli. Conciliare le sfere affettive e lavorative in alcuni casi è impossibile, tanto che la relazione sfocia inevitabilmente nel matrimonio e molti, consci di questo, prevengono: ‘Che senso ha sposarsi se poi è un miracolo incontrarsi prima di andare a letto?’

    Quindi, tra il non volere una famiglia e il non poter avere una famiglia cambia molto dal punto di vista concettuale, ma poco da quello sostanziale.

    Alla luce di questo, possiamo allora affermare che essere single è una scelta dettata dalla necessità.