Donne stupide: solo per amore

da , il

    Donne stupide: solo per amore

    Siete mai rimbambite per amore? O meglio, avete mai fatto finta di non sapere per non ferire l’ego maschile? Pare che il fenomeno sia in crescita, e davvero, uomini, fossi in voi un po’ me la prenderei. Annuire educatamente senza intervenire, far finta di non aver capito per permettere a Lui di rispondere e dare sfoggio della sua saccenza, quando in realtà sai una e più risposte corrette, chiamare Lui perchè in difficoltà mentre stai montando il mobile Ikea, quando saresti perfettamente in grado di farlo da sola. Secondo la giornalista Liz Jones del Daily Mai la donna impara fin da piccola a non ‘offendere’ l’uomo, e definisce questi esempi come la Silly Me Syndrome, SMS, la sindrome della donna stupida, a suo dire in aumento nonostante la presunta emancipazione femminile.

    Lieto vivere? Spesso sembra sia questo il motivo che porta le donne a far finta di non sapere, o di non saper fare, è tutta una questione di tranquillità. O, questa analisi è più subdola, per ottenere quello che vogliono, ritenendo la stupidità più sexy dell’intelligenza. Altro motivo, la paura di perdere l’uomo, perchè secondo un recente sondaggio il 73% degli uomini hanno affermato di preferire una stupida bella donna a una donna intelligente, meno attraente.

    Dopo aver riportato la sindrome spiegata da Liz Jones è mio dovere dissentire, non credo che le donne si siano tutte ridotte a tali sotterfugi per sopravvivere all’amore. Inoltre non posso pensare che gli uomini siano tutti così ebeti da credere a tali balletti, oltre che ad accontentarsi di una bella stupida per la vita solo per gonfiare il loro ego, alcuni, forse, ma non tutti.

    Capita, ogni tanto di avere la sindrome SMS appena descritta, ma sporadicamente e in leggerezza, farne uno stile di vita mi sembra una follia degna della ‘Pupa e il secchione‘. A volte le donne preferiscono declinare piuttosto che discutere, ma questo rappresenta l’eccezione non la regola e per mia esperienza fa infuriare l’uomo. Vi è mai capitato?