Esperienza sessuale, quanta ne avete?

da , il

    Esperienza sessuale, quanta ne avete?

    Spesso si associa l’esperienza sessuale al numero di partner, come se il buon sesso fosse direttamente proporzionale agli uomini, o donne, avute nella vita. Sicuramente la monogamia seriale aiuta in sicurezza e a capire cosa fare e cosa no, ma ogni nuovo partner ha nuovi piaceri e desideri, quindi, siamo proprio certe della nostra sicurezza? Siamo tutti più esperti rispetto alla prima volta, su questo non ci piove, e tendenzialmente in molti scelgono come primo partner uomo o donna più vecchio e esperto proprio per imparare. Ma quando iniziamo una nuova relazione sfruttiamo il nostro bagaglio di conoscenza o resettiamo per iniziare dal principio?

    Capire i bisogni del partner non è certo facile, desideri e interazione diventano importantissimi e ogni prima volta ci mette sotto esame indipendentemente dall’esperienza raccolta, i dubbi ci assalgono e tendiamo a non concederci tempo. Il tempo è l’unica vera arma a disposizione ci aiuta a conoscere e capire. Poi ci sono gli amatori innati, quelli che appena ti sfiorano ti spediscono in paradiso, pochi, da scovare, e da provare.

    Siamo curiosi nei confronti del nuovo partner, è normale, interessati a un potenziale rapporto che vada oltre l’occasionale, e anche se stanche la prima volta con un nuovo lui ci scuote di adrenalina. Spesso le relazioni all’inizio non presentano momenti difficili ma errori imbarazzanti, dare per scontato che , per esempio, è uno sbaglio classico che facciamo tutti. Ma sorvoliamo a mio avviso un dettaglio importante, i rapporti occasionali, la ricerca del partner determinano una diversità di fondo, altrimenti non continueremo a cercare.

    Personalmente invidio le persone che hanno un’idea molto chiara della loro sessualità, che sanno cosa fa godere, sanno sempre se e quando sono dominanti o sottomessi, che non hanno confini precisi, e che quindi tendono a risultare soddisfatti e a soddisfare, anzi a volte addirittura insegnano. Purtroppo o per fortuna io la vivo in maniera molto più complicata e tendo ad inciampare, rialzarmi e fare una marea di brutte figure… da sempre.