Essere fedeli è diventato cool, soprattutto fra i gay

da , il

    Essere fedeli è diventato cool, soprattutto fra i gay

    Si parla tanto di tradimento, ma essere fedeli pare stia diventando di moda, nelle coppie etero ma soprattutto fra quelle gay. È quanto emerge da una ricerca promossa dalla Alliant International University di San Francisco e pubblicata sul magazine Family Process.

    Il sondaggio, condotto negli ultimi 25 anni, su un campione di persone di entrambi i sessi e orientamenti sessuali, ha messo in luce come si sia verificata una diminuzione nei tradimenti, soprattutto per quanto riguarda le coppie omosessuali tra le quali il tasso di infedeltà è sceso dall’83 al 59 per cento, con un meno 24 per cento.

    Sempre in diminuzione, ma più modestamente i tradimenti femminili da parte di donne eterosessuali che passano dal 23 al 14 per cento, con un calo del 9 per cento, i tradimenti degli uomini etero passano dal 28 al 10 per cento, con una contrazione del 18 per cento.

    Quindi se volessimo stilare una hit parade dell’essere fedeli in cima al podio ci sono le coppie gay, seguite dagli uomini eterosessuali e dalle donne eterosessuali. Ma il dato sorprendente è proprio quello che in venticinque anni quella di essere fedeli si è rivelata una tendenza in crescita proprio tra i maschi omosessuali, considerati fedifraghi per antonomasia.

    Ma perché oggi si registra una maggiore tendenza ad essere fedeli rispetto al passato? L’Aids o il declino dei valori tanto cari agli anni 70′ che inneggiavano all’amore libero potrebbero essere delle risposte, ma anche la riscoperta della monogamia, concepita come uno stile di vita sano e sicuro.

    Ad ogni modo essere fedeli è anche una questione di costume: lo dimostra la propensione ad esserlo di più da parte delle coppie omosessuali, che si sentono più accettate e quindi non sentono l’esigenza di ostentare comportamenti estremamente forzati e lo dimostra la propensione ad esserlo di meno da parte delle donne etero che hanno conosciuto una stagione di emancipazione dallo stereotipo che le voleva tutte e indiscriminatamente angeli del focolare.