Essere lasciati o lasciare, cosa vi accade più spesso..o sempre?

da , il

    Essere lasciati o lasciare, cosa vi accade più spesso..o sempre?

    Un po’ come il dilemma amletico: essere lasciati o lasciare? Questo è il problema! Beh, diciamo che di solito chi ne subisce di più le conseguenze è chi viene lasciato, anche se scaricare qualcuno a volte può risultare piuttosto difficile per svariati motivi, come l’affetto che ci lega all’altra persona oppure la paura di restare sole e pentirsi prima o poi del gesto compiuto. Essere lasciate può anche provocare delle crisi di astinenza e far nascere il bisogno di rigettarsi subito in una nuova storia d’amore, con tutti gli inconvenienti del caso. Comunque non sempre chi lascia è il più forte, anzi, molte volte fuggire rappresenta un segno di debolezza.

    In ogni modo, nella nostra vita, tutte siamo state lasciate o abbiamo lasciato. Alzi la mano chi appartiene ad una sola categoria! Personalmente sono state più le volte in cui ho lasciato il mio fidanzato, ma devo ammettere che è stata sempre dura, forse perché non sono in possesso di quella dose di cinismo che invece aveva chi mi ha scaricato senza troppi problemi.. Mi sono sempre messa dall’altra parte e una cosa è sicura: essere lasciate non è affatto piacevole. D’altro canto, chi lascia corre il solito rischio riassunto nel celebre proverbio: ‘chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa cosa lascia ma non sa quello che trova’. Tanti dubbi per i ‘cattivi’ quindi, che ponendo fine ad una relazione hanno anche una grande responsabilità, nonostante a volte qualsiasi sia la strada nuova è di sicuro meglio di quella vecchia.

    Voi allora in quale figura vi ritrovate? In quella della scaricatrice o in quella della scaricata? Secondo voi esiste un metodo più o meno indolore per scaricare, o bisogna solo farlo così come viene?