Essere lasciati porta crisi di astinenza

da , il

    Essere lasciati porta crisi di astinenza

    L’amore crea dipendenza e astinenza e se questa affermazione è stata testata almeno una volta nella vita da tutti noi adesso a confermarla arriva anche la scienza.

    Secondo un team di ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine of Yeshiva University di New York quando si viene lasciati il cervello entra infatti in totale crisi come se vivesse un abbandono e dunque entrasse in astinenza.

    Gli esperti hanno analizzato con la risonanza magnetica quello che succede nel cervello di 15 studenti di college mollati dai rispettivi compagni: ai ragazzi è stata mostrata una foto dell’ex compagno/a e questo ha permesso di monitorare l’attività del cervello, subito partita a pieno ritmo.

    La parte più coinvolta è stata quella del ventrale tegmentale che controlla la motivazione o incentiva a fare qualcosa da cui trarre appagamento seguita dal nucleo accumbens e dalle cortecce orbitofrontale e prefrontale, associate al desiderio e alla tossicodipendenza; le ultime ad essere coinvolta sono state infine la corteccia insulare e quella cingolata anteriore, associate a dolore fisico e stress.

    Dunque quando si viene lasciati il cervello, secondo questa ricerca, entra in crisi e va nel panico avvertendo quella crisi di astinenza tipica dei tossicodipendenti e che troppo spesso porta a reazioni inconsulte.