Facebook, email ed sms nel tempo libero causano crisi di coppia

da , il

    Facebook, email ed sms nel tempo libero causano crisi di coppia

    Controllare in continuazione Facebook, email ed sms non solo quando siamo soli, ma anche quando siamo in compagnia del partner può mettere a dura prova il nostro rapporto fino a determinare una vera e propria crisi di coppia.

    E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dall’organizzazione britannica YouGov per conto di un fornitore di servizi, la Firstsource Solutions.

    Quella di controllare il profilo su Facebook, Twitter, leggere le email o i messaggi sul cellulare quando si è col partner o con gli amici rappresenta un comportamento molto comune, ma che costituisce una fonte di irritazione e fastidio da parte di chi assiste o si trova a dover condividere la (mancata) compagnia di queste persone.

    Il sondaggio ha coinvolto oltre 2.000 adulti di entrambi i sessi e, dalle risposte ottenute, evidenzia che una persona su dieci controlla le email anche quando è in vacanza. Uno su 6 invece aspetta il weekend per farlo o quando è a riposo dal lavoro. Infine, uno su cinque controlla la posta dopo l’orario di lavoro.

    I più dipendenti da internet e cellulare sono gli uomini che, con il loro 37%, superano le donne che si fermano a un 28% – più basso ma comunque significativo.

    Questi comportamenti possono irritare chi ci sta accanto, costretto a subire l’assenza del partner assorbito dalla tecnologia e spesso finiscono per originari litigi e discussioni.

    Quello che però interessava alla società che ha dato incarico di condurre il sondaggio era la diffusione e l’abitudine all’utilizzo degli smartphone.

    Questa indagine dimostra che i telefoni intelligenti sono diventati una parte indispensabile della vita quotidiana e le persone sentono il bisogno di controllare la posta regolarmente, anche se non sono al lavoro‘, ha infatti dichiarato Santanu Nandi, portavoce Firstsource, al Daily Mail. Un segno, questo, che i connect people sono sempre più diffusi per la gioia delle società di fornitura servizi come la suddetta.

    E’ l’ennesima riprova che al moltiplicarsi dei mezzi di comunicazione diminuisce la capacità di comunicare con chi ci sta vicino.