Fame nervosa perchè hai rotto con lui? Scopri come domarla

da , il

    Fame nervosa perchè hai rotto con lui? Scopri come domarla

    Avete rotto da poco con quell’uomo che pensavate fosse il vostro angelo, la vostra anima gemella e vi è scattata una terribile fame nervosa? Purtroppo, a seguito della rottura di rapporti affettivi di vitale importanza, è facile inciampare in disturbi dell’alimentazione (anche temporanei), quindi si tratta soltanto di imparare a gestirli al meglio in attesa che giungano tempi migliori! A tal proposito vogliamo offrirvi alcuni semplici consigli di tipo alimentare e comportamentale per imparare a fronteggiare gli attacchi di famelica fame nervosa.

    Dal punto di vista nutrizionale esistono effettivamente alcuni alimenti in grado di restituirci il sorriso per qualche minuto ed è proprio di questi che si va alla ricerca quando ci si sente depressi, tristi o maledettamente soli.

    Il re indiscusso di questi alimenti è il cioccolato: è un vero e proprio oggetto del desiderio per chi si sente solo e abbandonato. Sentire il gusto del cacao che pervade tutta la bocca dà l’idea di essere avvolti in un caldo abbraccio. Il miracolo si realizza grazie ad una sostanza in esso contenuta chiamata fenilalanina.

    La soluzione alternativa…non esiste! In effetti, da grandi amanti del cioccolato quali siamo, ci sentiamo soltanto di consigliarvi di ridurne la quantità giornaliera, magari optando per alcuni surrogati come la polvere di cacao da spolverare sopra al cappuccino, in maniera tale da sentire comunque il gusto gradevole ma senza eccedere nell’assunzione di calorie.

    Se invece venite assalite dalla fame nervosa per cibi salati significa che il vostro sentimento dominante è lo stress. Sostituite, nel limite del possibile, focacce e pizzette con le noccioline che sono sì salate ma anche ricche di fibre e omega 3.

    Se la vostra esigenza invece è puramente quella di sgranocchiare, sicuramente siete in preda alla collera: provate a sostituire patatine e pop corn con cibi meno calorici come le carote e il sedano.

    Dal punto di vista comportamentale invece per sconfiggere la fame nervosa vi consigliamo innanzitutto di uscire e socializzare. Lo sappiamo bene che non ne avete minimamente voglia ma è anche vero che si tende a lasciarsi andare a pianti e a sedute intensive di cibo dinnanzi al frigo aperto, proprio quando si rimane da sole chiuse in casa con le tapparelle abbassate.

    Quindi forza e coraggio: partiamo dalla ‘materia prima’ e poi passiamo alle ‘modalità d’azione’.

    Occorrente:

    -Amici

    -Conoscenti

    -Parenti

    -Una briciola di buon senso

    Piano d’azione:

    E’ importante gettarsi a capofitto nella vita: unica raccomandazione, state attente alle ‘nuove’ compagnie. E’ facile cadere in tentazioni autodistruttive, frequentando persone alla deriva, che potrebbero trascinarvi nel loro vortice ammaliante, considerata la vostra temporanea scarsa lucidità.

    Gettarsi nella vita notturna, non significa annegare nell’alcool! E’ chiaro che avrete più facilmente la tentazione di cedere dinnanzi al fascino di un bicchiere rosso fuoco…ma non dimenticate di fare appello ad un minimo di senso di responsabilità, cercate pure fino in fondo alla vostra anima ne recupererete senz’altro un briciolo!

    Dedicatevi anche allo sport, ad esempio la corsa è ottimale per scaricare adrenalina e sentirsi moralmente meglio. Se non siete proprio portate per il genere, potete sempre optare per qualche sana passeggiata in compagnia di un’amica dentro al parco. Ottima soluzione per ossigenare cervello e polmoni!

    E se nonostante tutto questo non riuscite a prendere sonno, a smettere di pensare a lui e al frigorifero…fatevi una tisana rilassante o una camomilla, mettetevi le cuffie dell’i-pod, ascoltate un po’ di sana musica rilassante, preferibilmente senza testi (potrebbero indurvi a pensare…) e rintanatevi sotto il piumone….in questo modo la cucina, il cibo ed il vostro ex rimarranno confinati fuori dal vostro nuovo mondo!

    Foto: bizywoman