Fare l’amore, è diventato un obbligo?

da , il

    Fare l’amore, è diventato un obbligo?

    Si parla tanto dei benefici del sesso, di quanto sia importante farlo, di come farlo per ottenere il massimo risultato, consigli, posizioni, attimi, preliminari, tanto parlare e tanto discutere, eppure in diverse occasioni i sondaggi hanno rivelato che la donna spesso lo fa più per dovere che per piacere. Possibile? Certo, se consideriamo che alcune donne pensano più a perdere peso che al sesso mentre le altre pensano semplicemente ad altro, e preferiscono la cena con le amiche, viene automatico supporre che la libido femminile sia lontana dall’essere soddisfatta.

    Il pensiero parte da una divertente analisi fatta dal sito Edenfantasys, che senza tanti giri di parole dichiara come in realtà le donne odiano San Valentino perchè quel giorno sono obbligate, in senso di aspettative del partner non fisico, a fare sesso. Non più sesso perchè lo voglio, ma perchè mi tocca farlo, drammatico.

    Le donne del terzo millennio si riscoprono vittime dell’aspettativa maschile esattamente come secoli fa? I doveri coniugali ancora si riducono a un semplice dovere sotto le lenzuola? Sembra che in determinate date, situazioni, o ricorrenze sia d’obbligo fare l’amore, come la prima notte di nozze, anche se sfiniti, stanchi, con le ossa rotte, forse per scaramanzia, fare sesso è un dovere assoluto.

    Se vissuto così mi sembra ragionevole supporre che alla fine diventi un incubo, il sesso obbligatorio è ancora in voga, sebbene i tempi siano cambiati, forse il cambiamento è stato talmente evidente da raggiungere lo stesso risultato per vie opposte, oggi il sesso è meno tabù e poiché tutti lo fanno, bene a sentire gli altri, è diventato una sorta di traguardo obbligatorio.

    Il motivo che spinge a sentirsi obbligati a fare sesso? I sensi di colpa. La soluzione? L’onestà, se si è stanchi inutile fingere, l’uomo non ci riesce e la donna … se fatto contro voglia credete realmente che sia così facile simulare, attrici vere a parte?