Fare l’amore: le donne preferiscono il modo ‘rumoroso’

da , il

    Fare l’amore: le donne preferiscono il modo ‘rumoroso’

    Tra le lenzuola le donne amano fare l’amore in modalità rumorosa. Un indagine ha infatti rivelato che sono proprio le signore ad alzare la voce, mentre gli uomini rimangono sempre piuttosto silenziosi. Lo confermano i risultati di una recente ricerca condotta intervistando un migliaio di persone, di cui 605 erano uomini e 566 erano donne. I volontari coinvolti nello studio sono stati invitati a dare informazioni circa le proprie performance acustiche e di quelle del proprio partner, durante i rapporti sessuali.

    Ebbene dalle confidenze intime dei partecipanti all’indagine è emerso un dato schiacciante: ben il 94% delle donne ha ammesso di essere decisamente più rumorosa del proprio compagno, dato peraltro confermato dagli uomini che hanno affermato nel 70% dei casi di essere più silenziosi della propria partner.

    Ma attenzione! Tracey Cox, esperto di sessuologia e relazioni sociale, ha affermato che l’intensità del proprio piacere non è direttamente proporzionale all’intensità delle proprie manifestazioni acustiche.

    In realtà l’essere più o meno rumorosi mentre si fa l’amore dipende dalla personalità del singolo individuo, c’è chi ama urlare il proprio piacere sessuale e chi invece ama goderselo in silenzio.

    Avete presente una partita di pallone? E’ più o meno la stessa cosa, c’è chi urla per un goal rischiando di far crollare i vetri di casa e chi invece si gode il piacere della palla in rete, tutto in silenzio, magari accennando soltanto un sorriso in volto.

    E’ anche vero però che, osservando la questione direttamente dall’interno, ovvero con gli occhi di chi lo sport lo pratica, ad esempio nel tennis le donne sono molto rumorose, decisamente di più dei loro compagni maschi.

    Forse quindi, la questione del fare l’amore in modo rumoroso potrebbe dipendere da una predisposizione fisiologica femminile, non tanto da un’inclinazione al fingere l’orgasmo, come potrebbero obiettare i più maligni.