Fine di un amore: secondo le statistiche di Facebook le relazioni si interrompono il lunedì

da , il

    Fine di un amore: secondo le statistiche di Facebook le relazioni si interrompono il lunedì

    Ci risiamo, ancora Facebook che si inserisce negli affari di cuore; questa volta, però, in veste di pura statistica, dopo aver cercato di rendersi utile permettendo agli utenti di rimuovere le foto degli ex dal Fotoricordo. Il giornalista e grafico inglese David McCandless lo ha utilizzato per stabilire quali sono i giorni a maggiore rischio per le relazioni sentimentali. Ebbene, analizzando oltre 10000 profili e i relativi status, McCandless è pervenuto a conclusioni che potrebbero mettere a repentaglio il lavoro di maghe e veggenti: le due settimane prima di Natale e l’inizio della primavera rappresentano i periodi in cui la maggior parte delle coppie si separa, prediligendo come giorno il lunedì. Ma andiamo a dare un’occhiata al grafico prodotto da McCandless dopo la sua attenta disamina dei profili degli utenti di Facebook.

    Il 10 dicembre e il 21 Marzo sono i picchi più alti del grafico che rivela tristemente le statistiche della fine di una relazione amorosa. Dunque si parla dell’inizio dell’inverno e della primavera, due momenti chiave per la vita di coppia. Durante l’inverno si passa infatti più tempo in casa ed aumentano le possibilità che emerga ciò che non si sopporta del proprio partner, oltre al fatto non trascurabile che i meteoropatici non sono del migliore umore in quel periodo. La primavera accoglie invece il risveglio della natura, che va a minare pericolosamente la fedeltà reciproca in una coppia, soprattutto, statistiche alla mano, di lunedì. Se è il giorno più odiato della settimana, ci sarà un motivo! Il 25 dicembre, Natale, rappresenta un porto sicuro, mentre il primo di Aprile è una vera e propria minaccia e neanche il giorno di San Valentino scherza. Insomma, interpretando quanto viene scritto su Facebook, si può stare (relativamente) tranquilli in estate e in autunno, mentre sono a serio rischio l’inverno e la primavera. State già prendendo provvedimenti?