Fortuna in amore: cosa fare a Natale e Capodanno

da , il

    Fortuna in amore: cosa fare a Natale e Capodanno

    Anche se non siete scaramantiche nel periodo delle feste natalizie, e in particolare proprio il 25 e il 31 Dicembre, ci sono dei piccoli gesti scaramantici ai quali non potete sottrarvi nella speranza di avere fortuna in amore nel nuovo anno in arrivo. Alcuni rituali porta fortuna sono ideati per le persone fidanzate, altri si rivolgono anche alle single in cerca d’amore. In fondo anche se non ci credete tentar non costa nulla no? E in fondo almeno a Natale è bello credere in qualcosa di magico e non razionale. Partiamo dal giorno di Natale: secondo la tradizione baciare un uomo sotto il vischio porta fortuna.

    Se non avete un fidanzato è il modo migliore per socializzare ad una festa se avete puntato un tipo interessante. Non tutti sanno che questa credenza è legata ad una leggenda molto bella. Il vischio era la pianta simbolo della dea anglosassone Frigga, protettrice degli innamorati. Frigga aveva due figli, Balder, gentile e apprezzato da tutti, e Loki, crudele e invidioso del fratello al punto da volerlo uccidere. Venuta a conoscenza del piano di Loki Frigga chiese a tutti gli esseri viventi della natura di proteggere Balder, dimenticando però proprio la pianta di vischio. Loki allora usò proprio i rami di vischio per costruire una freccia appuntita e uccise Balder. Frigga disperata pianse sul corpo del figlio e magicamente le sue lacrime trasformarono il dardo in bacche perlate ridando la vita a Balder. La dea allora chiese che chiunque passasse sotto il vischio si baciasse, per ricevere protezione eterna e far durare l’amore anche oltre la morte.

    Ancora oggi se due innamorati si baciano sotto il vischio supereranno problemi e difficoltà. Molti sono anche i riti scaramantici e le curiosità per la notte di Capodanno: il più noto è sicuramente quello di indossare qualcosa di rosso. La maggior parte delle persone scelgono la biancheria intima perché non è visibile. Anche questo costume ha una storia lunga e deriva addirittura dalle usanze cinesi in base alle quali il rosso è il colore del matrimonio e della felicità. Secondo un antico mito Cinese, da sempre gli uomini usano a Capodanno rumori assordanti, fuochi d’artificio e il colore rosso acceso per spaventare il Nián, la bestia che divora gli uomini. Ma anche nell’Impero Romano durante la notte di Capodanno si indossavano indumenti rossi simbolo di fertilità. Sempre legata in qualche modo alla fertilità è la credenza popolare per cui bisogna fare sesso la notte del 31 Dicembre per auspicare un anno intenso dal punto di vista sessuale. C’è anche chi sostiene che porta fortuna in amore incontrare una nuova persona dell’altro sesso la mattina del 1 Gennaio. E se siete single ricordate di farvi beccare dal tappo al momento del brindisi: vi sposerete presto!