Gay in Cina: sposano le donne per nascondersi

da , il

    Gay in Cina: sposano le donne per nascondersi

    Circa 16 milioni di gay in Cina sposano una donna per nascondersi agli occhi di una società che non li accetta e li discrimina. E’ quanto viene fuori da un’indagine condotta da Zhang Bei-chuan, esperto dell’Università di Qingdao sui temi connessi a AIDS e omosessualità.

    Secondo lo studioso il 90% dei gay in Cina si sposa con donne per soddisfare delle pressioni di tipo sociale e anche familiare.

    La conferma viene da Xiao Yao, editrice 29enne che ha divorziato dal marito omosessuale nel 2008 e che ha aperto un sito internet dedicato alle donne come lei, per aiutarle a scegliere e prendere la decisione giusta. Il sito, si chiama ‘La terra delle mogli dei gay’ e può contare già su 1200 utenti registrati.

    Il sito dà la possibilità a queste donne di non sentirsi sole – spiega Xiao – sapendo che ci sono altre persone con i loro stessi problemi e spesso da loro la forza di reagire e fare le scelte giuste‘.

    L’anno scorso una coppia omosessuale cinese, proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema così delicato, ha pensato bene di celebrare un matrimonio simbolico. Non solo il fatto ha suscitato un mare di polemiche, come era anche logico aspettarsi, ma non è mancato chi ha chiamato la polizia perché fermasse una manifestazione ritenuta offensiva dai più.

    Ricordiamo che in Cina l’amore omosessuale era considerato, fino al 1997, un ‘atto di vandalismo’, e pertanto vietato e punito se scoperto. Nel 2011, 32 donne sono state arrestate perché colpevoli di avere pubblicato dei racconti erotici a tema omosessuale su un sito Internet, prontamente chiuso da parte delle autorità.

    Elementi tutti che ci inducono a pensare che il processo di accettazione nei confronti di chi ha un orientamento sessuale diverso, in Cina, è tutt’altro che avviato.