Guardoni? No candualisti

da , il

    Guardoni? No candualisti

    Le fantasie sessuali sono la chiave per rompere la monotonia di coppia e stimolano la passione autorizzando comportamenti che di solito sono considerati tabù. Ogni coppia sceglie come aprirsi a nuovi orizzonti sessuali ed erotici e in quali limiti. Le fantasie sessuali sono infatti le più disparate e non sempre chi ne approva una è altrettanto disponibile ad accettarne un’altra. C’è così chi ricerca rapporti sadomaso chi opta per la coppia aperta etc. Nel mezzo ci sono tante alternative e sfumature. Un’ultima tendenza che sta prendendo piede ultimamente è il candualismo.

    La parola non vi dice nulla? Tranquilli: non siete i soli. Eppure anche se in pochi ne conoscono il nome questa è una pratica sessuale che trova molti apprezzano, specie negli ultimi tampi. Ma in cosa consiste? In pratica i candualisti sono le persone che si eccitano nel vedere la propria partner o il proprio compagno avere rapporti sessuali con altre persone. In realtà il candualismo non è stato inventato dai guardoni del nostro secolo: le prime testimonianze di questa pratica risalgono a secoli fa, nell’antica Asia Minore. Secondo la leggenda il re di Lidia, Canduale, considerava la sua donna talmente bella da volerla mostrare ai suoi soldati per proprio personale narcisismo, come se lei fosse un trofeo da esibire. Lei provò a rifiutare e così lui la uccise. Oggi ovviamente i tempi sono cambiati e perché una coppia pratichi candualismo è fondamentale che entrambi siano d’accordo. Il candualismo non coincide necessariamente con lo scambio di coppia perchè non è detto che entrambi i coniugi siano attivi in questa apertura ad altre persone e spesso uno si limita a guardare. Si tratta certamente di una fantasia erotica spinta anche se desiderare di praticarla non significa necessariamente essere dei perversi, per molti si tratterebbe solo di liberarsi di alcuni tabù e moralismi…