Haesindang Park, il parco del pene in Corea del Sud

da , il

    Si trova in Corea del Sud, è un parco che teoricamente dovrebbe essere vietato ai minori di 18 anni, un parco a tema, il tema è l’organo genitale maschile, invece è accessibile a tutti grazie alla connotazione specificamente artistica. In effetti anche gli antichi romani facevano moltissime sculture erotiche e nel parco coreano, che si chiama Haesindang Park, proprio questo tipo di sculture troviamo. Le opere sono inserite in un contesto davvero meraviglioso, un parco con alberi, sentieri e rigoli d’acqua che rendono la passeggiata realmente, è il caso di dirlo, ‘eccitante‘.

    Si dice che nei pressi del luogo in cui è nato il parco un tempo si trovava un piccolo villaggio di pescatori e che una giovane coppia di sposi viveva in quel villaggio, una notte, i due, mentre passeggiavano vicino la costa furono colti da una fortissima tempesta e la ragazza fu travolta dalla violenza di un’onda e trascinata in mare. Il giovane tentò di salvarla ma quando la raggiunse fu troppo tardi, la ragazza morì ancora vergine. Il giorno dopo i pescatori andarono a pesca e non presero niente, attribuirono l’evento allo spirito della giovane che non aveva consumato il suo matrimonio, per questo i pescatori intagliarono nel legno dei peni per renderle omaggio e ‘gratificarla’. Dopo quell’offerta la pesca magicamente riprese più ricca di prima.

    Il parco naturale di Haesindang si riconosce da lontano per la presenza di un grande faro rosso a forma di pene. Da non perdere assolutamente! Qui un video amatoriale in cui potete vedere un po’ di parco.