I migliori a letto? Ecco la top ten!

da , il

    I migliori a letto? Ecco la top ten!

    Donne siete pronte a scoprire, nel variopinto mondo degli uomini, quali sono i migliori a letto?

    Solitamente nell’immaginario comune i latini sono considerati gli amanti prediletti ed effettivamente il nostro istinto non sembra sbagliare! Da un’indagine condotta dal sito di ricerca OnePoll.com gli intenditori del sesso, i maestri del fare l’amore in testa alla classifica sarebbero proprio gli spagnoli mentre all’ultimo posto si sarebbero posizionati i tedeschi.

    La società di ricerca ha intervistato bel 15mila viaggiatrici in 20 paesi differenti, chiedendo loro di dare un voto al talento degli uomini che hanno incontrato sulle strade dei propri viaggi, dentro le camere da letto, facendo riferimento sia alle relazioni durature che a quelle di una notte. Inoltre è stato chiesto loro di motivare la propria classifica.

    Vediamo quindi insieme la top ten dei peggiori e dei migliori maschi del pianeta sotto le lenzuola!

    Partiamo dalla classifica dei peggiori:

    1. Tedeschi, perchè troppo puzzolenti

    2. Inglesi, sono pigri e aspettano che la donna faccia tutto lei

    3. Svedesi, sono troppo veloci

    4. Olandesi, vogliono dominare

    5. Americani, sono ruvidi

    6. Greci, sono troppo sdolcinati

    7. Gallesi, sono egoisti

    8. Scozzesi, troppo alti

    9. Turchi, sudano troppo

    10. Russi sono troppo pelosi

    Ecco invece la lista dei migliori a letto

    …quelli che ognuna di noi vorrebbe incontrare lungo la propria strada:

    1. Spagnoli

    2. Brasiliani

    3. Italiani

    4. Francesi

    5. Irlandesi

    6. Sudafricani

    7. Australiani

    8. Neozelandesi

    9. Danesi

    10. Canadaesi

    Anche se dei migliori non è dato a sapere quali siano le motivazioni, possiamo certamente affermare che un terzo posto agli italiani ci rende molto orgogliose…ma visto che in giro c’è di meglio, donne gettatevi alla caccia degli spagnoli, in fondo sono proprio a portata di mano…perchè non approfittarne?