Il costo dell’amore, la guerra dei generi ha battuto il romanticismo

da , il

    Il costo dell’amore, la guerra dei generi ha battuto il romanticismo

    Mai riflessione fu più adatta, in un periodo storico che vede le italiane divise tra indignate e garantiste un libro in America sta facendo discutere perchè capace di mettere sotto la lente di ingrandimento quel successo femminile che ha ucciso il romanticismo. Le giovani donne superano gli uomini, a scuola, ma usano il sesso come arma una volta entrate nel mondo del lavoro ‘Sesso prima del matrimonio: come i giovani americani si incontrano e si accoppiano prima di pensare di sposarsi‘. In poche parole il libro sostiene che il successo femminile sul lavoro ha, spesso, visto una contrattazione sessuale.

    Lo so che molte femministe potrebbero indignarsi, ma, è un dato di fatto dei tempi moderni e lo vediamo quasi ogni giorno davanti ai nostri occhi. Secondo gli autori, i ricercatori Mark Regnerus e Jeremy Uecker della University of Texas a Austin, si è creato uno squilibrio e di conseguenza è diminuito il costo del sesso. Non solo, gli psicologi sociali sostengono che il sesso maschile non ha alcun valore di per sé. Nel mondo della prostituzione le donne si fanno pagare dagli uomini per il sesso. Gli uomini pagano le donne per il sesso, gli uomini pagano per il sesso maschile, ma le donne non pagano mai gli uomini per il sesso. Questo determina la creazione di un qualcosa di valore che lui vuole. Ma oggi le cose stanno cambiando, e il prezzo del sesso sta diminuendo perchè meno valorizzato dalle donne.

    Nel libro, si segnala che il 35% dei rapporti di coppia studiati sono diventati attivi sessualmente entro due settimane, e il 48% entro un mese. Il che fornisce l’indicazione che agli uomini non occorre poi molto per giungere alla meta. Ecco come si ottiene un senso indiretto del prezzo del sesso. Questo almeno è quello che sostengono gli autori, la maggiore libertà economica delle giovani donne ha portato a un minor romanticismo nella vita. Come funziona?

    Le donne oggi si sentono in competizione per conquistare gli uomini, a causa della disparità numerica. Nei college americani, il 57% degli studenti sono donne e 43% sono uomini. Questo è un rovesciamento radicale rispetto a 30 o 40 anni fa. Presumendo che le persone vengono attratte da altre persone simili a loro dal punto di vista dell’educazione e della cultura, la ricerca di relazioni sicure diventa impegnativa perché il rapporto tra i sessi è squilibrato.

    Come si fa a competere con altre donne per conquistare gli uomini? Il sesso è il modo più semplice per attirare la loro attenzione. Sempre secondo gli autori le giovani donne pur non essendo soddisfatte dei rapporti occasionali continuano a vivere l’amore in quel modo perchè ritengono che se danno, all’uomo, quello che vuole, allora hanno più possibilità di farlo rimanere. Le donne hanno avuto successi estremi nella vita lavorativa e non solo, ma a un prezzo altissimo.

    Il genere femminile ha bisogno di riacquistare in qualche modo il controllo sulle relazioni. Uomini e donne vivono l’impegno del sesso in modo molto diverso. Non suona moderna come affermazione ma è la pura realtà, la donna dovrebbe finirla di dare all’uomo tutto il potere: scegliere, fare e lasciare.