Il linguaggio dell’amore? Quando lei e lui parlano allo stesso modo

da , il

    Il linguaggio dell’amore? Quando lei e lui parlano allo stesso modo

    Il linguaggio dell’amore esiste? L’amore, cioè, parla a tutti allo stesso modo o esistono tanti linguaggi quanti sono gli innamorati? Ebbene, il linguaggio dell’amore non solo esiste, ma è in grado di stabilire persino se un rapporto è destinato a durare oppure no, almeno a detta di alcuni psicologi.

    Il modo di parlare simile sarebbe uno dei principali fattori a far scattare l’attrazione sia negli uomini che nelle donne. E’ quanto sostengono alcuni ricercatori dell’Università del Texas (Usa), che sono riusciti a dimostrare come proprio lo stile di linguaggio adottato da ciascuno renda la coppia compatibile o meno.

    Secondo lo studio condotto, le persone che parlano in maniera simile riuscendo persino a sincronizzare l’uso di alcune parole, hanno probabilità maggiori di essere coinvolti in una relazione di tipo affettivo rispetto ad altre.

    Gli studiosi sono giunti a questa conclusione dopo avere analizzato l’utilizzo di alcune parole funzionali come ‘di niente‘, ‘e di che‘ eccetera. Ad un software, inoltre, è stato affidato il compito di analizzare la differenza degli stili di linguaggio in una coppia.

    Durante un primo esperimento sono state registrate le conversazioni di alcune coppie di studenti universitari – fino ad allora sconosciuti tra di loro – che avevano a disposizione quattro minuti di tempo per scambiare opinioni su un certo numero di argomenti. Quasi tutte le coppie affrontavano gli stessi argomenti relativi agli studi che stavano facendo e al desiderio di proseguire nella carriera universitaria andando al college oppure no.

    Seppur ad un orecchio distratto le conversazioni potevano apparire tutte abbastanza omogenee tra di loro, l’analisi condotta tramite software è riuscita a mostrare evidenti differenze di stili, sincronizzazione e linguaggi. Ebbene le coppie che mostravano di avere uno stile molto simile nel linguaggio avevano anche quattro volte più probabilità di volersi incontrare di nuovo rispetto alle coppie che mostravano stili di linguaggio molto differenti.

    Un secondo esperimento, invece, è stato condotto su internet, utilizzando come terreno d’analisi le chat.

    L’80% delle coppie che possedeva uno stile di scrittura simile, a distanza di tre mesi continuava a rimanere in contatto. La percentuale si abbassava considerevolmente mano a mano che gli stili linguistici adottati anche tramite la scrittura si facevano via via sempre più diversi.

    Quindi se un linguaggio dell’amore esiste e fa sì che gli innamorati comunichino è quello proprio di ognuno, purché risulti quanto più possibile vicino e sincronizzato con quello dell’altro membro della coppia.

    Foto di Alex Scarcella :: http://www.ccworld.it/