Il piacere femminile in una video rappresentazione

da , il

    Quante volte ci siamo domandate cosa accade dentro al nostro cervello quando abbiamo un orgasmo? Ebbene, adesso possiamo vederlo grazie ad una video rappresentazione del piacere femminile realizzata da un team di ricercatori della Rutgers University.

    In questo video è possibile osservare l’effetto che l’eccitazione sessuale ha nel nostro cervello. Come si può chiaramente osservare, l’orgasmo creerebbe una specie di grande O, un cerchio, insomma…

    La realizzazione del video del piacere femminile è stata resa possibile grazie a Nan Wise, una terapista sessuale facente parte del progetto di ricerca, che ha deciso di fare da cavia all’esperimento facendosi collegare ad un apparecchio per risonanza magnetica funzionale (fMRI) mentre aveva un orgasmo.

    Attraverso uno scanner, l’apparecchio ha ricavato delle ‘istantanee’ del cervello, registrate con una cadenza di 2 secondi ciascuna, in ottanta diverse regioni del cervello stesso che assemblate creano un’autentica video rappresentazione del piacere femminile.

    Nel video appare evidente come le donne vengano visivamente stimolate dai colori: le scale di colore, che oscillano dal rosso scuro al giallo chiaro, rappresentano la quantità di ossigeno che viene utilizzato in quella determinata sezione del cervello. Non appena la donna raggiunge il culmine del suo piacere ecco che i colori diventano vistosamente più vivaci.

    La ricerca, che è stata presentata alla Società per la Neuroscienza a Washington, non ha come obiettivo solo quello di curiosare ciò che accade nel cervello femminile durante il massimo del godimento sessuale, quanto piuttosto quello di indagare le regioni del piacere del cervello.

    Stiamo utilizzando l’orgasmo, in quanto modalità per produrre piacere - ha, infatti, chiarito il professor Komisaruk, coordinatore del team di ricerca – Se riusciamo ad imparare come attivare le regioni del piacere del cervello, dunque, si potrebbe usare ciò per applicazioni di più ampio respiro‘.