Il segreto della seduzione sta nella lunghezza dell’anulare

da , il

    Il segreto della seduzione sta nella lunghezza dell’anulare

    Quando pensiamo al dito anulare di un uomo la prima idea che ci viene in mente è quella di infilarci un anello perché si tratta del dito che tradizionalmente accoglie la fede nuziale, ma il dito anulare di un uomo ci può suggerire anche quanto è abile nell’arte della seduzione.

    A rivelarcelo è uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Ginevra, secondo i quali la lunghezza del dito anulare di un uomo è direttamente proporzionale alle sue capacità seduttive. Gli uomini che hanno un dito anulare più lungo dell’indice cioè hanno più possibilità di sedurre una donna.

    Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society è stato realizzato analizzando un campione di 49 uomini, a cui è stata misurata la lunghezza delle dita e di 80 donne fra i 18 e i 34 anni a cui è stato chiesto di dare un giudizio sul grado di fascino degli uomini dopo averne osservato il volto, ascoltato la voce e annusato l’odore.

    I risultati hanno rivelato che gli uomini più sexy erano quelli con il dito anulare più lungo. Secondo Camille Ferdenzi, coordinatrice della ricerca, la lunghezza dell’anulare ‘è determinata dall’esposizione al testosterone fin dai primi stadi dello sviluppo durante la gravidanza. Oltre alla misura dell’anulare questa condizione determina altre caratteristiche, come la simmetria del volto, che sono più attrattive per le donne‘.

    Non è la prima volta che si cerca di relazionare la lunghezza delle dita con le caratteristiche psicologiche di un uomo. Nel suo libro ‘The finger book‘, lo studioso John Manning dell’Università di Liverpool, aveva raccolto diverse ricerche che sostengono come un superanulare negli uomini è segno di una grande aggressività sul lavoro e una maggiore predisposizione ad avere più figli.