Imene artificiale: la Cina vieta la vendita perchè pericoloso

da , il

    Imene artificiale: la Cina vieta la vendita perchè pericoloso

    Nonostante la Cina sia la nazione che sta vivendo la più rapida evoluzione economica dell’intero pianeta, continua a mantenere in vita alcuni tabù riguardanti la sessualità ed i rapporti prematrimoniali. A tal proposito, uno dei prodotti più venduti online del paese è rimasto per lungo tempo l’imene artificiale. Purtroppo siamo obbligati a parlare al passato, perché da poco, le autorità cinesi hanno messo al bando la vendita dell’insolito prodotto, poiché è stato ritenuto altamente pericoloso per la salute.

    Sicuramente vi starete chiedendo: cos’è un imene artificiale e soprattutto a cosa serve?

    Si tratta di una membrana gelatinosa, applicabile all’interno della vagina, che durante il rapporto sessuale si dovrebbe rompere rilasciando un liquido di colore rosso, simile al sangue. Grazie a questo escamotage le donne hanno potuto dimostrare (falsamente) la propria verginità salvando il proprio matrimonio.

    Purtroppo però il gioco delle vergini è finito nel mirino delle autorità che, a seguito di attenti controlli scientifici, hanno decretato l’immediato ritiro del prodotto dal mercato perché valutato pericoloso: esporrebbe potenzialmente la donna a rischio di gravi infezioni.

    Non appena è stata diffusa la notizia online si è scatenato un vero e proprio caos: le proteste delle donne non si sono fatte attendere a lungo. Molte hanno manifestato con commenti di sdegno e rabbia sui diversi blog e forum, altre invece si sono concentrate sulla ricerca di un modo per eludere il divieto di vendita dell’imene artificiale.

    Per onor di cronaca, fino a pochissimi giorni fa il prodotto era disponibile online ad un costo irrisorio (circa 4 euro) su Taobao.com, il negozio virtuale più grande di tutta la Cina.