La bisessualità femminile causa stress e depressione

da , il

    La bisessualità femminile causa stress e depressione

    La bisessualità femminile è causa di stress e depressione, diversamente di quanto accade negli uomini. A metterlo in luce è uno studio condotto dalla George Mason University in Virginia (Usa). Le donne bisex , dunque, sarebbero soggette più degli uomini a stress, depressione, alcolismo e vizio del fumo.

    Secondo la dottoressa Lindley, autrice dello studio, la bisessualità femminile causerebbe stress e depressione per via del fatto che ‘i bisex sono spesso invisibili. Ci sono molti pregiudizi nei loro confronti – ha spiegato la studiosa – A loro viene spesso detto: Tu sei confusa – prendi una decisione‘.

    La ricerca ha posto l’accento su tre aspetti fondamentali della sessualità: l’identità, i comportamenti e l’attrazione e li ha messi in relazione con la salute.

    Ebbene, coloro che fin dall’adolescenza hanno avuto esperienze bisessuali, sia uomini che donne, sono più soggetti di altri a depressione, abuso di alcol e fumo e stress. Ma la propensione a soffrire di questi disturbi, negli anni, tende a diminuire negli uomini, ma lo stesso non avviene nelle donne.

    E’ la bisessualità femminile a esporre a tali rischi, donne eterosessuali o dichiaratamente gay non accusano le stesse problematiche, secondo la dottoressa Lindley ‘il loro essere a rischio ha molto più a che fare con lo stigma‘, vale a dire con il pregiudizio legato al fatto di non avere fatto una scelta precisa che da sempre le accompagna.

    .

    Un altro aspetto che lo studio mette in evidenza è quello relativo al legame con la comunità, che negli uomini, siano gay o etero, è più forte. ‘Le donne bisessuali – conclude la ricercatrice – non possono avere la sensazione che ci sia una comunità per loro‘.