La crisi del settimo anno esiste davvero?

da , il

    La crisi del settimo anno esiste davvero?

    Quella della crisi del settimo anno è ormai una leggenda che si tramanda da tantissimi anni: molte giovani coppie aspettano con ansia per generazioni e generazioni l’arrivo delle nozze di lana, temendo che possa rappresentare la fine inevitabile di un rapporto con qualche difficoltà. Questa credenza si basa in realtà sull’antica convinzione in base alla quale il numero sette rappresenta una cifra misteriosa, legata biblicamente a cambiamenti non solo di natura amorosa.

    Sullo stesso principio si basa ad esempio l’affermazione ‘essere al settimo cielo’. Quindi è tutta superstizione? Non proprio. La credenza è stata da un lato alimentata dalla circostanza di fatto per cui diverse coppie, intorno ai sette anni, attraversano un periodo di crisi: in realtà però si tratta di una fase naturale di un rapporto fatto di quotidianità e non è detto che si presenti al settimo anno piuttosto che al sesto o all’ottavo. Anzi secondo molti psicologi, il ritmo frenetico della vita ai nostri giorni e l’avvicinamento delle donne alla carriera, ha anticipato l’arrivo della crisi intorno al quinto anno. In qualsiasi periodo essa si manifesti, il modo migliore per superare una crisi è quello di dedicare al partner le giuste attenzioni e riscoprire i piccoli gesti di cui si compone il sentimento romantico. Secondo un recente studio americano, pubblicato sulla rivista Review of General Psychology, questo permetterebbe ai rapporti di mantenersi sempre vivi, anche quando la passione si fa inevitabilmente meno intensa, e aiuterebbe a scongiurare il pericolo, presunto o reale, della crisi del settimo anno.