La crisi? Meglio affrontarla in due

da , il

    La crisi? Meglio affrontarla in due

    Nel fronteggiare una crisi meglio essere in due, non solo una crisi di coppia, ma anche una crisi economica, come quella che sta attraversando attualmente il nostro Paese. La pensa così il 77% degli italiani intervistati dal club per single di Eliana Monti.

    Secondo gli intervistati, infatti, trovarsi a vivere una difficile congiuntura economica e potere dividere le spese con un’altra persona rappresenta un primo importante aiuto, non solo sul piano materiale, ma anche e soprattutto su quello psicologico.

    Più della metà dei neo-fidanzati (53%) che si sono conosciuti nell’ultimo anno grazie ad Eliana Monti, infatti, hanno dichiarato di avere deciso di andare a convivere, dimezzando così le spese di affitto e spesa, ma dividendo anche le preoccupazioni generate da questa situazione di precarietà.

    La crisi anziché disincentivare la convivenza sembra favorirla - ha commentato lo staff di Eliana Monti – sebbene alla base di questa scelta ci sia sempre un sentimento, a spingere molte coppie verso il grande passo sono necessità di ordine pratico. Mentre in passato si tendeva a tergiversare e a frequentarsi, anche per lunghi periodi, vivendo in case separate, ora i tempi che intercorrono tra l’inizio di una storia e la condivisione delle abitudini quotidiane si sono notevolmente accorciati, specialmente se i due partner erano già indipendenti. Inoltre, avere accanto una persona costituisce un grande sostegno psicologico in un periodo di ristrettezza economica: contribuisce a dare stabilità e sicurezza‘.

    A pensarla così non sono solo le coppie, ma anche i single, la maggior parte dei giovani (tra i 25 e i 35 anni), desidererebbe trovare una persona con la quale avviare una relazione sentimentale, oltre che per ovvie ragioni affettive, anche e soprattutto per lasciare il nido domestico e costruirsi un’indipendenza economica. Poter contare su un’altra persona, in questo caso, oltre che bello è anche utile…